Domenica, 16 Maggio 2021
Nardò

Concessione per un lido a Torre Squillace. Il Tar conferma l’aggiudicazione

Confermato l’esito per la nuova concessione demaniale assegnata alla Falconieri. Respinta la richiesta cautelare della terza classificata

NARDO’ – Resta in piedi e legittimato l’esito della gara pubblica indetta dal Comune di Nardò per l’affidamento di una nuova concessione demaniale per la realizzazione di uno stabilimento balneare lungo il litorale di Torre Squillace. I giudici della prima sezione del  Tar di Lecce hanno infatti rigettato la richiesta di sospensione delle risultanze della gara svolta dal Comune di Nardò che si era conclusa con l’assegnazione del lotto numero 4, contemplato nel Piano delle Coste approvato in via definitiva dal consiglio comunale nel luglio dello scorso anno, alla ditta Giulio Falconieri.

Una gara quella per l’assegnazione della concessione per il nuovo lido alla quale avevano partecipato diverse società concorrenti e tra queste la terza classificata in graduatoria, la Marte Srl, contestando i criteri e gli esiti della comparazione, aveva deciso di impugnare l’aggiudicazione dinnanzi al Tar chiedendone la sospensione dell’efficacia.          

Nel giudizio la ditta prima classificata, la Giulio Falconieri è difesa  dall’avvocato Paolo Gaballo, mentre la Selecta Ecoservizi srl, classificatasi seconda, si è costituita con gli avvocati Pietro e Luigi Quinto. Entrambi le società sostengono l’inammissibilità e l’infondatezza sotto diversi profili del ricorso e dell’impugnazione avanzati dalla Marte srl. Al momento la graduatoria e l’iter di assegnazione della concessione resta cristallizzato visto che il Tar ha per ora respinto l’istanza cautelare avanzata dalla società Marte srl avverso l’aggiudicazione in favore della ditta Falconieri, ritenendo “insussistente sia il periculum in mora che il fumus del ricorso, poiché, oltre a diversi profili di inammissibilità, appare ostativa la circostanza che i motivi di ricorso sono volti a contestare, nel merito, le valutazioni tecnico-discrezionali dell’amministrazione comunale sulle modalità di assegnazione dei vari punteggi alle ditte concorrenti, le quali, in ogni caso, appaiono immuni da evidenti o gravi vizi inerenti le scelte compiute nella formulazione della graduatoria finale”.

In attesa del giudizio di merito e di eventuali altri ricorsi alla giustizia amministrativa per ora l’effetto della decisione del tribunale amministrativa è quello di garantire la prosecuzione dell’iter per il rilascio della nuova concessione demaniale in favore della società prima classificata e la legittimazione degli esiti di gara per la realizzazione del nuovo stabilimento a Torre Squillace.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concessione per un lido a Torre Squillace. Il Tar conferma l’aggiudicazione

LeccePrima è in caricamento