menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruspe in movimento in zona San Gerardo. Apre il cantiere del nuovo parco urbano

Prede corpo il progetto di riqualificazione in via Due Aie. Ci saranno verde, giochi e spazi per l’aggregazione su una superficie di 15 mila metri quadri

NARDO’ - Dopo l’annuncio dei giorni scorsi si accende la nuova spia dei “lavori in corso”per la realizzazione di un nuovo parco urbano in quel di Nardò.  Si tratta della nuova area attrezzata di via due Aie, nella zona di San Gerardo, dove sono al lavoro da ieri uomini e mezzi della ditta Lucio Mello di Carmiano.  All’avvio del cantiere e dei lavori ha presenziato anche il sindaco Pippi Mellone.

Il nuovo parco urbano, sul modello del parco di via Incoronata, prevede uno stanziamento di 360 mila euro circa, rivenienti da risorse del bilancio comunale, e verrà realizzato in pochi mesi su un progetto dell’architetto Luigia Paladini, dell’ingegnere Luigi Antonazzo e del geologo Andrea Vitale, “migliorato” da alcune modifiche proposte dal soggetto aggiudicatario dei lavori.  Il terreno di circa 15 mila metri quadri su cui sorgerà il parco è di proprietà comunale e si trova su via Due Aie, nei pressi della rotatoria che porta sulla direttrice per Leverano e a pochi passi dalla chiesa di San Gerardo, in un’area della città in cui sino ad oggi l’unico spazio aggregativo all’aperto è stato il piazzale della stessa chiesa.

Oltre al verde pubblico, con manto erboso, piante e arbusti, il progetto prevede un’area di accesso, sentieri pedonali in materiale ecocompatibile e drenante, un impianto di illuminazione con cento punti luce, un campo di calcetto, un’area gioco per i bambini e un’area ristoro con chiosco-bar. Ma le migliorie al progetto, tra le altre, doteranno il parco anche di un impianto di videosorveglianza, di un impianto di irrigazione a pioggia servito da un pozzo artesiano, di un gioco inclusivo del tipo “fortino” a beneficio anche dei bambini con ridotta capacità motoria.

A rinforzare la dotazione verde del parco anche i 35 alberi che la Regione Puglia ha inviato al Comune di Nardò per l’iniziativa Smart Graduation Day, con la quale è stato dato un riconoscimento simbolico a tanti neolaureati della città che hanno discusso la tesi in modalità telematica durante il lockdown.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento