Martedì, 15 Giugno 2021
Nardò

Undici mesi dopo la tragedia, apposta la segnaletica orizzontale

Il 25 agosto, in contrada Pagani, persero la vita due giovani varesini. L'auto sulla quale viaggiavano si scontrò con un camion: vi furono anche quattro feriti

L'incrocio dove è stata realizzata la segnaletica.

NARDO’ – A distanza di undici mesi dall’incidente stradale nel quale persero la vita Marco Fiori e Nicolò De Peverelli, l’amministrazione comunale di Nardò ha provveduto alla realizzazione della segnaletica orizzontale dell’incrocio tra la Provinciale 112 e via Arturo Santo, in contrada Pagani. Si tratta di un punto particolarmente critico per la viabilità, nel quale si sono registrati diversi sinistri.

E’ stato lo stesso sindaco, il neo eletto Pippi Mellone, a comunicarlo alla famiglia di Fiori attraverso una mail allo zio del giovane varesino scomparso, Roberto Marabini che sin dai giorni successivi alla tragedia si è impegnato perché le istituzioni preposte provvedessero ad una minima messa in sicurezza della strada, dicendosi disposto anche a finanziare di tasca proprio gli interventi necessari ma, soprattutto auspicando interventi tempestivi in vista della successiva stagione estiva, cioè quella attualmente in corso, partendo dalla premessa che il meritato successo della Puglia e del Salento nell’ambito turistico non era accompagnato da un adeguato sistema di sicurezza della viabilità.  

Il primo cittadino di Nardò, che ieri aveva preannunciato la sistemazione dell’incrocio,  oggi ha inviato le relative fotografie. “A tal proposito – ha scritto Mellone - specifico che, nonostante la mia amministrazione non sia ancora operativa, visto che solo sabato prossimo si insedierà il consiglio comunale, ho già dato mandato agli uffici di effettuare un elenco di interventi prioritari, in modo da intervenire al più presto. So perfettamente che questi lavori di ordinaria amministrazione sono ben poco consolatori rispetto ai tragici fatti che sono accaduti sulle nostre strade, ma mi sembra giusto  comunicarle a lei e alla famiglia, per opportuna conoscenza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Undici mesi dopo la tragedia, apposta la segnaletica orizzontale

LeccePrima è in caricamento