Martedì, 27 Luglio 2021
Nardò Via Orlando G.

Simula furto dello scooter e ruba un collier. Identificato con il video

Dovrà rispondere anche di simulazione di reato un 29enne di Copertino, fermato dalla polizia. Dopo aver denunciato il furto del suo motociclo, lo ha usato per compiere lo scippo ai danni di una 77enne. Incastrato dalle telecamere

Il collier scippato alla donna

NARDO’ – Il prezioso collier di Bulgari, strappatole dal collo nella tarda mattinata di lunedì, aveva un valore affettivo, prima ancora di quello economico. Che pure non era da poco. Quando la titolare del monile e vittima dello scippo, un donna di 77 anni, originaria di Nardò, era stata raggiunta dagli agenti di polizia del commissariato locale, si trovava ancora in via Orlando, nel centro della cittadina e luogo dell’episodio, in un evidente stato di choc che, c’è da scommetterlo, si sarebbe potuta risparmiare se solo avesse saputo in quale "originale" storia stava per imbattersi.

Eppure, per cinque lunghi giorni, è rimasta addolorata per l’accaduto. Intorno a mezzogiorno di lunedì, un malvivente le si era avvicinato togliendole con prepotenza il gioiello dal collo con il rischio, per giunta, di provocare anche conseguenze più gravi se malauguratamente l’anziana fosse scivolata.

Nonostante l’agitazione del momento, la donna era riuscita a fornire una descrizione, seppur sommaria, dell’individuo. Indizi ai quali i poliziotti hanno aggiunto le immagini rilevate da una telecamera di video-sorveglianza di un esercizio commerciale adiacente. I nastri, infatti, hanno immortalato lo scippatore, intento a dileguarsi dalla via della cittadina, dopo aver messo a segno il colpo.

Gli investigatori si sono messi immediatamente sulle tracce dell’uomo, senza tuttavia cavare ulteriori informazioni sul suo conto fino a quando, nella mattinata di venerdì, gli agenti di polizia municipale di Nardò hanno rinvenuto uno scooter, praticamente abbandonato, nei pressi della via in cui si era verificato lo scippo. Intervenuti i poliziotti, per eseguire ricerche più approfondite sulla proprietà del motociclo, è venuto a galla un elemento determinante per le indagini: il veicolo era stato, infatti, rubato nella stessa giornata dello scippo ai danni della 77enne.

oro-3-3Il furto era stato denunciato dal titolare, A.R., un artigiano copertinese di 29 anni, presso la caserma dei carabinieri di Copertino. Ma quando il legittimo proprietario è stato contattato per la consegna del maltolto, è giunta la sconvolgente sorpresa: l’uomo corrispondeva alla stessa persona ripresa dalla telecamera. Accompagnato negli uffici del commissariato, il 29enne ha tentato di improvvisare alibi, per salvarsi in extremis, fino a ritrovarsi costretto a confessare: ha ammesso di essere l’autore del gesto e di aver poi venduto il gioiello dell’anziana vittima ad un compro oro della sua cittadina, per una somma di 520 euro.

Mentre il collier è stato recuperato poco dopo dalla rivendita e sottoposto a sequestro – tra la contentezza e la commozione della sua proprietaria che, probabilmente, non sperava di riavere il suo prezioso oggetto – l’artigiano, incensurato, è stato deferito a piede libero con l’accusa di furto aggravato e simulazione di reato per la falsa denuncia di furto del suo ciclomotore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simula furto dello scooter e ruba un collier. Identificato con il video

LeccePrima è in caricamento