Mercoledì, 4 Agosto 2021
Nardò Via XX Settembre

Tornano le strisce blu e i parcheggi a tariffa. Si paga dal 30 settembre

Ripristinato dopo diversi anni il servizio di sosta a pagamento con i parcometri anche nelle vie centrali di Nardò. Si parte da lunedì prossimo con tariffe di 70 centesimi all'ora. Nessun pass o agevolazione per gli amministratori

NARDO’- Si torna all’antico anche in terra neretina e in diverse vie del centro cittadino tornano le strisce blu e i parcheggi a pagamento. Da alcune settimane sono stati avviati i lavori di tinteggiatura degli stalli relativi alla sosta disciplinata dai parcometri e dopo l’attivazione del servizio estivo nelle marine di Santa Caterina e Santa Maria al Bagno ora, dal prossimo 30 settembre, toccherà al territorio cittadino. Il servizio sarà disciplinato con 28 parcometri ubicati all’interno del centro cittadino e la sosta a tariffa interesserà anche la zona di piazza Cesare Battisti nei pressi del Palazzo di città. Come assicurato dal primo cittadino Marcello Risi (che in tal senso ha modificato la vecchia previsione fatta dall’ex commissario prefettizio), non ci sarà nessun pass gratuito o agevolazione per gli amministratori comunali e le autorità. Tutti dovranno versare il ticket per parcheggiare nelle strisce blu. Incrementate invece le aree di sosta destinati per i disabili.

Da lunedì prossimo quindi cambieranno le abitudini per gli automobilisti che parcheggeranno nelle vie centrali di Nardò (il servizio era stato soppresso diversi anni addietro dall’amministrazione dell’ex sindaco Antonio Vaglio). Ora la sosta sarà così regolamentata: nel centro abitato di Nardò tutto l’anno, per tutti i giorni lavorativi, sabato compreso (con esclusione, quindi, delle domeniche e delle altre giornate festive) dalle  8,30 alle 13 e dalle 15 alle 21. Nelle marine invece dal 1 giugno al 30 settembre di ogni anno, si paga tutti i giorni dalle 8,30 alle 4 del mattino. Dal 1 ottobre e sino al 31 maggio solo nelle giornate di sabato, domenica e festivi sempre dalle 8,30 alle 4.

Gli importi previsti saranno i seguenti: nel centro abitato di Nardò 35 centesimi per trenta minuti, quale pagamento minimo e 70 centesimi per un’ora. Nelle località marine 75 centesimi per trenta minuti e 1,50 euro per un’ora. È prevista la possibilità di abbonamenti secondo i seguenti criteri: per i soli residenti, titolari di attività private e commerciali insistenti nell’ambito del centro abitato sulle strade sulle quali vige la sosta a pagamento, è prevista la possibilità del rilascio di tessere prepagate che comportino un costo di 2 euro per ogni giorno di uso effettivo, per la sola via di residenza o sede dell’attività privata o commerciale. E’, inoltre, prevista la possibilità di abbonamenti quindicinali, mensili, trimestrali, semestrali o annuali al costo rispettivamente di 10, 20, 70, 100  e 150 euro. Limitatamente all’ambito del centro abitato, alle restanti categorie di utenti diverse da quelle sopra elencate (quindi non residenti e non titolari di attività private e commerciali) è prevista la possibilità di abbonamenti giornalieri, quindicinali, mensili, trimestrali, semestrali o annuali al costo rispettivamente di 6, 35, 60, 150, 250 e 400 euro. Si tratta  di abbonamenti che potranno essere impiegati indifferentemente su tutti i parcheggi a pagamento presenti nel centro abitato. Gli stessi non potranno essere usati nelle marine o frazioni.

Le zone del centro di Nardò interessate dalle strisce blu in via di attivazione da lunedì prossimo sono quelle di via Duca degli Abruzzi, piazza Osanna, Viale Grassi, Corso Galliano, via Roma, via G.Cantore, via Pilanuova, via Cavour, via XX Settembre, via Tasso, via Palermo, via Genova, piazza C.Battisti, via XXV Luglio, via Gregorio Leone, via Kennedy, via Volta, via Celso. Il tagliando per la sosta sarà distribuito tramite i nuovi parcometri modello “strada che consentiranno all’utente di pagare l’importo dovuto con l’utilizzo di monete di vario tipo, o mediante l’utilizzo di tessere microchip ricaricabili prepagate oppure mediante carte di credito in modalità fast-pay. Il controllo sarà affidato agli ausiliari del traffico.

“Con l’avvio del servizio di parcheggio a pagamento ci avviamo a razionalizzare il traffico cittadino” dice il sindaco Marcello Risi, e l’obiettivo è quello di assicurare una circolazione più ordinata insieme a quello di garantire, a tutti, la possibilità  di trovare un posteggio,  visto che sino ad ora molte delle aree di sosta in prossimità di uffici, servizi ed esercizi commerciali venivano occupati ad oltranza senza limite di tempo, impedendo di fatto l’accesso a tutti coloro che necessitano di una sosta anche per pochi minuti.” Il primo cittadino ha sottolineato come si tratti di un servizio ormai in vigore in gran parte delle città, anche in quelle limitrofe, e come l’attuale amministrazione, nel riadottare a distanza di anni il servizio in città, abbia puntato su alcuni adattamenti, ad iniziare da quello del costo, proprio per venire incontro alle esigenze della comunità. Infine, sono stati notevolmente incrementati, come del resto aveva più volte auspicato la Commissione cittadina Pari opportunità per voce del suo presidente Vito Berti, gli spazi dedicati alla sosta dei cittadini disabili che comunque (qualora risultino indisponibili quelli sulle strisce gialle) secondo le norme nazionali, possono sempre occupare gratuitamente anche gli stalli blu esponendo l’apposita vetrofania. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornano le strisce blu e i parcheggi a tariffa. Si paga dal 30 settembre

LeccePrima è in caricamento