Sabato, 31 Luglio 2021
Nardò Via XXV Luglio

In auto con una 17enne distrugge due veicoli: positivo ad alcool e cocaina

Nei guai un 26enne di Nardò. L'incidente in via XXV Luglio. I due giovani feriti lievi. La sua Modus sequestrata. Non aveva nemmeno l'assicurazione

La Punto devastata dopo l'impatto. Sotto, nelle altre foto, anche il Maggiolino, ancora presente questa mattina.

NARDO’ – Positivo alla cocaina e con un tasso alcolemico pari a circa 2.30 grammi per litro. Una miscela esplosiva. In quelle condizioni, tutto avrebbe dovuto fare, tranne che porsi alla guida di un’auto.

E invece, un 26enne di Nardò, non solo ha tranquillamente innestato la marcia e iniziato a guidare in città, procedendo molto probabilmente a zig-zag per diversi tratti, ma s’è assunto anche la responsabilità di una ragazza che aveva accanto, per giunta minorenne: una 17enne di un comune vicino. E quando la marcia s'è bloccata all'improvviso con uno schianto, provocando danni per migliaia di euro, bene è andata a entrambi che se la siano cavata “solo” con un taglio sul naso prodotto dall’impatto (lui) e alcune contusioni alle ginocchia (lei).

Ma per il 26enne, quando sul posto si è affacciata una volante del commissariato, sono cominciati in quel momento anche altri guai, ben più seri di qualche escoriazione guaribile in pochi giorni.

A Nardò e dintorni sembra che non debba più passare una singola giornata senza qualche novità sgradevole. Incendi forse dolosi ad attività commerciali e veicoli (di un altro avvenuto nella stessa notte ne riferiamo parte, Ndr), la shoccante vicenda, difficile da digerire, della donna rumena seviziata dal suo convivente, ora anche incidenti spettacolari e catastrofici, per giunta in pieno centro e di sabato notte, quando ci si attarda più del solito e le vie sono ancora piene di passanti.

Il fatto in questione è avvenuto circa cinque minuti prima dell’una in via XXV Luglio. Il 26enne e l’amica si trovavano in una Renault Modus. A un certo punto, l’auto ha sbandato in modo repentino, forse per un colpo di sonno e di certo per assenza di lucidità del conducente, andando a collidere contro una Fiat Punto parcheggiata, la quale, già seriamente danneggiata dal primo impatto, come nel più classico degli effetti domino, è andata a sua volta a schiantarsi su un Maggiolino Vokswagen. Un disastro. E in breve sono partite le richieste di soccorso da alcuni passanti. Anche perché sembra che il 26enne abbia tentato di allontanarsi prima con la stessa Modus semidistrutta, poi a piedi. 

Ma una volante ha raggiunto il punto, nei pressi della pizzeria “Da Ciro”, ed ha trovato i due ragazzi ancora in zona, e pure doloranti. E’ stato così necessario anche l’intervento del 118. I due giovani sono stati condotti presso l’ospedale “Sacro Cuore” di Gallipoli dove gli agenti hanno anche richiesto i test per il 26enne. E, come sospettavano, sono risultati positivi. L’alcool, in quantità, nel range da 1.6 a 3 grammi per litro, che fra i vari sintomi può comportare, fra l’altro, “difficoltà marcata a stare in piedi o camminare” (quindi, figurarsi a guidare). In più, anche la positività allo stupefacente (da capire però quando esattamente sia stato assunto).

Non solo. Dai controlli è risultato che l’auto era sprovvista di assicurazione e ora, quindi, i danni dovrà accollarseli direttamente chi ha provocato il sinistro (anche se i proprietari dei veicoli nutrono qualche serio timore a riguardo), al quale è stata ritirata la patente.

Prossimo passo, le inevitabili denunce penali. La Modus, nel frattempo, è stata sottoposta a sequestro. E che sia stata una tragedia sfiorata, si può ben dirlo per un semplice motivo: i proprietari della Punto, in particolare, si stavano avviando all'auto proprio in quegli istanti. Questione di secondi e forse sarebbe andata diversamente. Persino peggio.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto con una 17enne distrugge due veicoli: positivo ad alcool e cocaina

LeccePrima è in caricamento