Lunedì, 20 Settembre 2021
Nardò Nardò

Un tuffo nella qualità? Nelle marine di Nardò

Il comune neretino entra per la prima volta nella speciale lista di Legambiente e Touring clun italiano. "Cinque vele" assegnate grazie alla "lotta all'abusivismo edilizio ed al depuratore"

Risultato storico, per Nardò: le sue marine sono state premiate da Guida Blu 2007 di Legambiente e Touring club italiano. A conquistare le prestigiose "cinque vele", per la qualità ambientale, quest'anno sono state Caparbio, Castiglion della Pescaia e Isola del Giglio (Grosseto), Pollica e Pioppi (Salerno), Domus de Maria e Villasimius (Cagliari), Bosa (Nuoro), Noto (Siracusa) e Santa Maria Salina (Messina) e Nardò, appunto, che in graduatoria occupa la sesta posizione.


"Per la prima volta il Comune di Nardò entra a far parte dei comuni a 5 vele, grazie al buon lavoro svolto negli ultimi anni", si spiega nelle motivazioni. "Il Comune si è distinto per la lotta all'abusivismo edilizio. Possiede uno dei pochi depuratori funzionanti in Puglia e dopo 25 anni di equivoci e di abbandono, l'amministrazione ha contribuito a realizzare il parco regionale di Porto Selvaggio e Palude del Capitano, uno dei gioielli naturalistici, paesaggistici ed archeologici del Salento. Da sottolineare infine la richiesta di ampliamento dell'area marina protetta di Porto Cesareo alla propria fascia costiera".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un tuffo nella qualità? Nelle marine di Nardò

LeccePrima è in caricamento