Lunedì, 20 Settembre 2021
Nardò Nardò

Una nube nera si addensa sulla Nardò calcistica

Una nube nera, nerissima, avvolge la Nardò calcistica. Molto si è detto in questi giorni, in pochi hanno provato a dire le cose come stanno

Una nube nera, nerissima, avvolge la Nardò calcistica. Molto si è detto in questi giorni, in pochi hanno provato a dire le cose come stanno. Fatto sta che il risveglio della città domenica 6 gennaio è stato accolto con una voce, un racconto al limite del leggendario. "Hanno segato una porta del campo comunale". E' questo l'oggetto del passaparola in città, tra l'ilarità di alcuni e lo sconcerto di altri. Avere una scientifica spiegazione di quanto accaduto è perlomeno pretenzioso, ma le ipotesi più accreditate sono due.

La prima è quella che vede l'accaduto figlio di un atto di puro vandalismo fine a se stesso, come tanti se ne vedono in giro al giorno d'oggi. La seconda va un po' oltre, andando a collegare questa scelleratezza alla situazione "manto erboso" che impensierisce la Nardò sportiva da un bel po' di tempo a questa parte. Chi ha avanzato questa seconda ricostruzione vedrebbe in questo gesto il tentativo di far rinviare l'incontro tra Taurisano ed Atletico Nardò, in programma proprio per l'Epifania. Tutto ovviamente per preservare in buone condizioni il manto erboso del Giovanni Paolo II in vista del derbyssimo di domenica tra Nuova Nardò e Virtus Casarano, sfida che ha il sapore dei tempi che furono. Mantendoci sempre nel campo delle ipotesi, sarebbe un fatto gravissimo e che attesterebbe la poca cultura sportiva di una città che dovrebbe essere orgogliosa di avere, accanto alla formazione storica, un'altra realtà capace di mantenersi a certi livelli.

In questo contesto vanno pesate le dimissioni del presidente Proto, che sembrano però essere il frutto di un processo iniziato già da tanto, troppo tempo. Secondo qualcuno, addirittura dall'inizio. Aspettando i risvolti della vicenda sotto il profilo societario e amministrativo, il fatto resta. E intanto Nardò, dopo gli incidenti della gara contro il Francavilla, si fa registrare per la seconda volta sul libro nero della Lega.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nube nera si addensa sulla Nardò calcistica

LeccePrima è in caricamento