Nardò

Una ragazza, due spasimanti. Contesa verbale degenera col ferimento

Prima gli scambi di insulti tra due ragazzini con gli sms. Poi l'incontro in un locale per il chiarimento ma l'aggressore scaglia il casco sul volto della vittima, che gli frattura setto nasale. E per lui scatta la denuncia

NARDO’ – Una ragazza e due spasimanti. Ha avuto la peggio uno dei due, minori entrambi, che durate una discussione, degenerata in lite, si è visto colpire al volto con il casco dall’altro spasimante. Una botta violenta che alla vittima è costata la frattura del setto nasale. L’aggressore, G.O., 17 anni, è stato denunciato dagli agenti del commissariato di Nardò per percosse e lesioni aggravate.

I fatti risalgono allo scorso 10 dicembre. C’è voluto qualche mese prima che la polizia decidesse di procedere al deferimento del ragazzo, e questo anche sulla scorta della denuncia della madre della vittima. Gli investigatori hanno così appurato che che i due giovani, essendosi entrambi invaghiti della stessa ragazza, avevano cominciato a scambiarsi insulti e minacce, sia tramite un noto social network, che con gli sms inviati dai telefonini di entrambi. 

Fino a quando, al culmine della contesa, l’aggressore ha invitato il coetaneo, intorno la sera del 10 dicembre scorso, ad incontrarsi presso un locale della cittadina. Scopo: chiarire in modo amichevole, una volta per tutte, la vicenda.

Così la vittima, sentendo il tono rassicurante del rivale in amore, si è presentato all’incontro. Che poi si è rilevato essere non proprio pacifico, degenerando in lite. Ed a quel punto che il denunciato avrebbe improvvisamente colpito con un casco il volto della vittima, procurandogli la frattura scomposta delle ossa nasali. All’epoca il ragazzo, medicato dai sanitari presso l’ospedale Vito Fazzi di Lecce, fu giudicato guaribile con una prognosi di giorni 10.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una ragazza, due spasimanti. Contesa verbale degenera col ferimento

LeccePrima è in caricamento