rotate-mobile
Nel cuore del centro storico / Nardò

“Vetrina del Gusto”, più servizi per i turisti: sarà laboratorio culturale e gastronomico

Nelle prossime settimane al via i lavori per la trasformazione del centro di piazza Salandra in un nuovo avamposto dei saperi e dei sapori grazie al bando del Gal Terra d’Arneo. Ampliamento dei locali con show cooking e valorizzazione dei prodotti ittici

NARDO' - Non un semplice avamposto commerciale e degustatitivo per gli acquisti e il palato dei visitatori: la Vetrina del Gusto di piazza Salandra a Nardò diventerà molto presto un "laboratorio dei saperi e dei sapori" appannaggio dei turisti, ma anche degli stessi cittadini autoctoni. Una significativa evoluzione rispetto al luogo conosciuto e apprezzato di promozione, degustazione e vendita di prodotti enogastronomici del territorio.

Il progetto di ampliamento e trasformazione è stato firmato dagli architetti Giovanni De Cupertinis e Katia Huovinen ed è stato finanziato, con 70 mila euro, del Po Feamp 2014-2020, tramite un bando del Gal Terra d'Arneo. L'obiettivo è rafforzare la "vetrina" e connetterla fisicamente con i locali attigui, cioè quelli della ex sede della Associazione nazionale finanzieri d'Italia, che diventeranno un laboratorio gastronomico per lo show cooking.

"Dal Gal Terra d'Arneo passano spesso opportunità importanti come questa di ampliare e trasformare la Vetrina del Gusto" spiega l'assessore al Turismo, Giuseppe Alemanno, "per questo è doveroso un ringraziamento al presidente Cosimo Durante e allo staff del Gal per l'attento lavoro a servizio del territorio. Questo finanziamento è l'occasione per potenziare uno spazio che ha una forza straordinaria in termini di promozione del territorio. Del resto, cucina, prodotti tipici, identità locali sono punti di forza in termini di riconoscibilità e quindi di appeal di ogni territorio".

Il tema di fondo è anche la valorizzazione del pescato locale e la nuova dimensione della Vetrina servirà, tra le altre cose, a promuovere e commercializzare i prodotti ittici locali, favorendo la vendita diretta e la piena tracciabilità del prodotto fresco, ovviamente accanto agli altri prodotti tipici del territorio. Ma sarà anche l'occasione per strutturare stabilmente un'attività dedicata ai "saperi", quindi animazione culturale, incontri, workshop, show cooking, lezioni di cucina e altri momenti di confronto e di formazione sul tema dei prodotti tipici e della gastronomia.

Vetrina del Gusto_6-2

I lavori di trasformazione della Vetrina del Gusto, che inizieranno entro qualche settimana, sono stati affidati alla Vitale Restauri società cooperativa per un importo di poco più di 35 mila euro, mentre la fornitura, il montaggio e l'installazione di attrezzature e arredi sarà a cura di Casavola s.r.l. per un importo di circa 24 mila euro.

Questo finanziamento è relativo a uno dei tre progetti destinatari in totale di 250 mila euro del Gal Terra d'Arneo, rispettivamente su fronti cruciali per l'economia locale: pesca, valorizzazione dei prodotti locali, turismo. Oltre alla Vetrina del Gusto, infatti, sono stati finanziati i progetti relativi al punto di sbarco a Santa Caterina e all'infopoint nella baia del parco di Portoselvaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Vetrina del Gusto”, più servizi per i turisti: sarà laboratorio culturale e gastronomico

LeccePrima è in caricamento