Mercoledì, 4 Agosto 2021
Otranto

A Palmariggi l'undicesimo raduno della Protezione civile di Terra d’Otranto

Quattrocento volontari pronti a partecipare all'evento, con una tre giorni di simulazioni nel Salento, tra formazione, ricerche e salvataggi a mare o di dispersi. Dal 3 a 5 maggio appuntamento nella frazione di Montevergine

PALMARIGGI - Quattrocento volontari pronti a prendere parte al quarto campo scuola e all'undicesimo raduno della Protezione civile di Terra d’Otranto: l'evento si svolgerà nel Salento, a Montevergine, nel territorio di Palmariggi, dal 3 al 5 maggio, ed impegnerà volontari da gran parte delle regioni del Sud per tre giorni e due notti.

L'iniziativa è organizzata dall'associazione di volontariato Protezione civile Palmariggi e dal Comune, con la collaborazione dei Comuni di Bagnolo del Salento, Cannole, Uggiano La Chiesa e del coordinamento delle associazioni provinciali e con il patrocinio della Provincia di Lecce, della Regione Puglia, del Csvs e con  l’apprezzamento della Prefettura di Lecce.

Obiettivo dell'esercitazione è quello di mettere a sistema l'esperienza maturata nelle numerose attività addestrative, formative e di emergenza effettuate dai volontari. In questa "tre giorni" il lavoro sarà serrato e permetterà di avere un feedback sulla preparazione tecnica dei gruppi, costringendo anche a una stretta sinergia realtà con competenze ed esperienze differenti. È quello che accade negli scenari di ogni maxi-emergenza, dove gruppi diversi di Protezione civile si trovano a lavorare gomito a gomito senza preavviso. Avere linee comuni d'intervento rappresenta il percorso tracciato anche dalla componente nazionale della Protezione civile, che da tempo sta cercando di uniformare il più possibile la rete d'intervento locale.

Al quarto campo scuola ed undicesimo raduno della Protezione civile di Terra d’Otranto sono invitate a partecipare le associazioni italiane che si occupano di soccorso organizzato. Le attività spazieranno dal montaggio tende e gestione di un campo, allo spegnimento incendio, passando per esercitazioni a mare in collaborazione con la Capitaneria di Porto di Otranto, tecniche di soccorso, ricerca e recupero di dispersi in vari scenari d'emergenza.

Domenica 5 maggio ci sarà il raduno con la partecipazione di varie autorità istituzionali, politiche e militari e con lo schieramento di uomini e mezzi delle associazioni di protezione civile e delle forze armate. Obiettivo è proseguire nell'impegno a valorizzare e rispettare tutte le componenti del sistema di protezione civile, a sviluppare il lavoro di “rete” tra realtà differenti, a realizzare quel "concerto" che può risultare valido solo se i vari strumenti sanno operare in piena sintonia.

Il gruppo di Palmariggi da giorni è sul luogo dell'esercitazione, per limare gli ultimi dettagli: si stratta di una realtà nata con un deciso riferimento sociale. Sono numerose le azioni messe in campo in questi anni per favorire l' aggregazione e la crescita del ruolo educativo, sociale e politico del volontariato e della promozione sociale.

"Ci siamo impegnando a fondo da quattro mesi - dichiara il presidente Pasquale Colizzi -, ci aspettiamo un bel successo, prevediamo l'arrivo di quasi 400 volontari da tutto il sud Italia. Per noi è la quarta volta che organizziamo un evento di simile portata,ed  è sempre una bella occasione per metterci alla prova".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Palmariggi l'undicesimo raduno della Protezione civile di Terra d’Otranto

LeccePrima è in caricamento