Mercoledì, 4 Agosto 2021
Otranto

Avviato il progetto “Pannolini verdi ed eco alla fermata di Otranto”

Finanziata dall’assessorato al Welfare pugliese, nell’ambito dell’avviso pubblico per azioni di sistema a favore dell’associazionismo familiare, l’iniziativa vede come partner le consigliere di Parità regionale e provinciale

OTRANTO - Alla presenza dell’assessore al Welfare della Regione Puglia, Elena Gentile, e della Consigliera di Parità della Regione Puglia, Serenella Molendini, si è tenuta la presentazione del nuovo progetto del Comune di Otranto che promuove l’utilizzo di “Pannolini ecologici” offrendoli gratuitamente alle famiglie di Otranto.

ll sindaco Luciano Cariddi e l’assessore alle pari opportunità e politiche sociali Lavinia Puzzovio hanno messo in evidenza come ancora una volta la propria amministrazione comunale voglia dimostrare la propria attenzione allo sviluppo ecosostenibile e ad una migliore qualità della vita: “Il Comune con questo progetto da un lato sostiene la cultura del riciclo e del riuso – hanno spiegato - e dall’altro permette alle famiglie di risparmiare fortemente sulle spese legate alla nascita di nuovi bambini. I pannolini usa e getta rappresentano infatti un costo considerevole per le famiglie: fino a 1000 euro l’anno, per una spesa che in 3 anni può superare le 2.900 euro per un solo bambino”.

Il progetto “Pannolini verdi ed eco alla fermata di Otranto” è finanziato dalla Regione Pugliaassessorato al Welfare - nell’ambito dell’Avviso pubblico per Azioni di Sistema a favore dell’associazionismo familiare - anno 2009 e vede come partner le consigliere di Parità della Regione Puglia e della Provincia di Lecce. Previsti l’acquisto e la fornitura gratuita da parte del Comune di Otranto di pannolini ecologici alle famiglie di bimbi nati nel 2011 ed alla sezione primavera dell’Istituto Paritario Maestre Pie Filippini di Otranto.

Il pannolino ecologico rappresenta comunque una scelta vantaggiosa, in quanto la spesa si fa una sola volta e consente, con un costo di circa 400 euro, l’acquisto dell’assortimento adeguato a coprire completamente le esigenze di utilizzo di un bimbo e il kit può essere impiegato anche per i figli successivi con un risparmio che andrebbe molto oltre le 2.500 euro.

Non basta, gli ecopannolini rappresentano un vantaggio anche per il benessere dei bimbi. Infatti con l’uso del pannolino usa e getta la pelle del bimbo, avvolta nella plastica e senza possibilità di respirare, è 24 ore su 24 a contatto con i gel chimici che spesso producono allergie e irritazioni cutanee. I pannolini ecologici garantiscono invece la traspirazione, riducendo la possibilità di arrossamenti ed irritazioni.

Il progetto sarà accompagnato da azioni di comunicazione ed informazione sull’uso dei pannolini ecologici, curate dai volontari dell’associazione Sos per la vita di Otranto e dal laboratorio Mammaflò, quest’ultimo produttore dei pannolini e vincitore del progetto Bollenti Spiriti della Regione Puglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avviato il progetto “Pannolini verdi ed eco alla fermata di Otranto”

LeccePrima è in caricamento