Sabato, 25 Settembre 2021
Otranto Otranto

Cordoglio dalle istituzioni per la prematura scomparsa di Gianluigi Nigro

È venuto a mancare una figura di primo piano nella programmazione e pianificazione territoriale: il professore stava lavorando come coordinatore del primo Pug intercomunale, quello di Otranto e Giurdignano. L'omaggio dei sindaci

OTRANTO - Le comunità di Otranto e Giurdignano restano “orfane” del responsabile del processo di redazione del Piano urbanistico generale intercomunale: è notizia di queste ore, infatti, la morte improvvisa del professor Gianluigi Nigro, venuto a mancare per delle complicanze dovute ad un delicato intervento. Una figura che era stato scelta come coordinatore del prezioso strumento urbanistico, per la sua professionalità e per la preparazione, figlia di un curriculum importante.

Nigro è stato segretario e presidente dell’Istituto nazionale di urbanistica, oltre che un affermato esperto di fama internazionale in materia di programmazione e pianificazione territoriale. Nei quasi due anni di lavoro al Pug, soprattutto nelle assemblee pubbliche, Nigro ha dimostrato oltre che la propria competenza, una particolare propensione all’ascolto di ogni interlocutore.

Arrivano, dunque, i primi commenti istituzionali: il sindaco di Otranto, Luciano Cariddi e l’assessore all’Urbanistica, Francesco Vetruccio, a nome dell’intera amministrazione, esprimono “profondo cordoglio per la scomparsa improvvisa e inaspettata” del professor Nigro: “La sua altissima professionalità – precisano - e la sua profonda umanità hanno costituito per l’amministrazione comunale di Otranto un punto di riferimento importante, come importante e originale è stato il suo contributo per la conoscenza della nostra realtà territoriale”.

“Perdiamo – concludono - un validissimo collaboratore che fin qui ha svolto con passione e  competenza il suo lavoro. Otranto per questo gliene sarà per sempre riconoscente”.

Esprime sgomento a nome suo, dell’amministrazione e della comunità presieduta, anche il sindaco di Giurdignano, Donato Fanciullo, che sottolinea le doti umane e professionali di Nigro: “Il messaggio più prezioso che da tecnico ci lascia è quello dell’intercomunalità. Ha saputo interpretare questo elemento, cogliendo le peculiarità di due territori ed unendoli, nell’intuizione che questa collaborazione potesse rafforzare le reciproche potenzialità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cordoglio dalle istituzioni per la prematura scomparsa di Gianluigi Nigro

LeccePrima è in caricamento