Otranto

Dalle sponde del Mediterraneo “sguardi” e racconti tra Italia ed Albania

La prima serata della Settimana della Cultura Unesco, nel connubio con “FineTerra”, la festa mobile della Provincia di Lecce, offre uno spaccato delle storie di incontro tra i due popoli. Stasera proiezione di “Otto a mezzogiorno”

Un momento del dibattito

OTRANTO - “Sguardi tra le sponde” nell’incontro tra Occidente ed Oriente: l’Albania incontra l’Italia in un dialogo tra scrittori di diverse culture, per comprendere ciò che avviene nel Mediterraneo. Sul confronto di Fatos Lubonja, scrittore albanese, ed Alessandro Leogrande, autore de “Il naufragio” si gioca la prima serata della Settimana della Cultura dell’Unesco, edizione 2012, ad Otranto. Una serata, che raccoglie il connubio con “FineTerra” la festa mobile, organizzata dalla Provincia di Lecce e dall’Istituto di culture mediterranee.  

A portare i saluti sia la vicepresidente della Provincia di Lecce, Simona Manca, che il vicepresidente nazionale della Federazione dei Club Unesco italiani, Antonio Ruggiero, i quali hanno entrambi sottolineato la sfida della cultura come occasione di crescita per il territorio e per l’umanità. A moderare la serata Darien Levani. Il primo appuntamento si è concluso con la proiezione del film “Intervista” di Anri Sala.

Questa sera, sempre alle ore 20, la proiezione di “Otto a mezzogiorno. Appunti dal Sud Italia”, film di Davide Maldi. Conversazione con Davide Maldi (regista), Daniele Cologna (Codici | Agenzia di ricerca sociale), Alessandro Leogrande (Codici | Agenzia di ricerca sociale), Marco Buemi (Unar), Mauro Valeri (Unar), Gianluca Nigro (Associazione Finis Terrae).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle sponde del Mediterraneo “sguardi” e racconti tra Italia ed Albania

LeccePrima è in caricamento