rotate-mobile
Otranto Otranto

“Nessuna struttura abusiva”: dissequestrata terrazza coperta del ristorante nel centro di Otranto

Tolti i sigilli alla struttura ombreggiante, posta al primo piano dell’attività ristorativa “L’altro baffo”. La decisione dell’autorità giudiziaria a seguito del ricorso presentato dal legale. L’indagine era partita da un esposto anonimo

OTRANTO – Dissequestrate terrazza e copertura del ristorante “L’altro baffo” di Otranto. I sigilli preventivi erano stati infatti disposti dal gip Angelo Zizzari, su richiesta del pm Alberto Santacatterina, a seguito di accertamenti partiti da un esposto anonimo. La Procura della Repubblica di Lecce aveva ipotizzato il reato di  abusivismo edilizio in area vincolata paesaggisticamente, ma è stato ora accolto il ricorso presentato dall’avvocato Mauro Finocchito, legale dell’attività ristorativa.

In un primo momento era stata infatti avanzata l’idea che la struttura ombreggiante, installata sul terrazzo, fosse stata realizzata senza alcun permesso di costruire. Al sequestro aveva fatto seguito una ordinanza di demolizione da parte del responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune. Ma nella propria interlocuzione con la Procura, il legale del ristorante ha sottolineato il fatto che la struttura fosse risalente a diversi anni fa, a un’epoca di molto precedente al regime di permesso di costruire introdotto con il Testo unico dell’edilizia del 2001.

La difesa ha inoltre evidenziato come fosse stata presentata una Scia in sanatoria per coprire eventuali difformità. Gli interventi successivi si sarebbero invece tradotti in ordinaria manutenzione.  La richiesta del difensore, unitamente alla considerazione che fossero stati eseguiti tutti i controlli necessari, hanno indotto l’autorità giudiziaria ad accogliere l’istanza di dissequestro.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Nessuna struttura abusiva”: dissequestrata terrazza coperta del ristorante nel centro di Otranto

LeccePrima è in caricamento