Mercoledì, 22 Settembre 2021
Otranto Otranto

Festa ad Otranto: la città si affida al santo di Paola

Parte stasera la due giorni di festeggiamenti in onore del frate venuto da Paola, con un programma religioso e civile. Suggestivo l'atto di affidamento della consegna delle chiavi della città

La consegna delle chiavi a Porta Terra.

OTRANTO - Due giorni di festeggiamenti religiosi e civili: Otranto rende omaggio al proprio compatrono, San Francesco di Paola, con una serie di appuntamenti in suo onore. Dopo un triduo di preparazione, svoltosi nell'alternanza annuale, nella comunità parrocchiale dell'Immacolata, alle 18 partirà la processione verso il Santuario Santa Maria dei Martiri, sul colle della Minerva, dove è prevista, all'esterno, ai piedi della struttura, salvo pioggia, la Messa e la venerazione della reliquia del santo. Particolarmente sentito il passaggio in Via Pioppi, dove gli abitanti del posto, hanno predisposto come ogni anno una coreografia speciale per l'arrivo del santo, con lo sparo di fuochi e addobbi colorati.

In serata, si esibirà l'Orchestra "Patera" sulla cassarmonica, insieme ai piccoli "Tamburellisti di Otranto", con inizio dello spettacolo, alle ore 20.30. L'appuntamento più atteso, però, è quello della festa, ossia di domenica 30 maggio, quando alle 18.15, ci sarà la nuova processione verso la Cattedrale con la consegna presso Porta Terra, alle ore 19, della consegna della chiave della città al santo, da parte del sindaco, Luciano Cariddi, delle autorità civile, militari e religiose, del clero cittadino e del seminario diocesano.

Del resto, il culto del santo ad Otranto e questo singolare affidamento, oltre a scavare nella tradizione del legame religioso con la figura del frate minore, venerato in molte città di mare, trova origine nell'episodio del sacco del 1480, di cui il santo di Paola fu profeta presso la corte aragonese. A seguire, solenne concelebrazione eucaristica, presieduta dall'arcivescovo, monsignor Donato Negro e discorso omiletico affidato a don Emanuele Vincenti. Il Gran Concerto bandistico, che si terrà nella serata è affidato alla "Città di Sogliano Cavour", con direzione del maestro concertatore Giovanni Guerrieri. Alle 23, spettacolo pirotecnico della Ditta Dario Cosma di Arnesano, mentre le illuminazioni artistiche saranno a cura della ditta Manca Bruno di Monteroni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa ad Otranto: la città si affida al santo di Paola

LeccePrima è in caricamento