rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
I riti / Otranto

Festa Madonna dell’Altomare: attesa per la processione, rinviato spettacolo pirotecnico

Come già avvenuto per i festeggiamenti in onore dei Martiri di Otranto, anche in occasione di questa sentita ricorrenza le condizioni di vento costringono ad annullare i fuochi d'artificio

OTRANTO – Una festa religiosa e civile particolarmente sentita, che idealmente chiude l’estate: è quella dedicata a Otranto per la Madonna dell’Altomare e con il momento più suggestivo rappresentata dalla processione che si tiene nelle acque del porto.

Dopo il triduo religioso in preparazione, nella giornata di oggi si tiene la Santa messa presso il piazzale antistante la chiesetta della Madonna dell’Altomare, che si trova alla fine del lungomare idruntino. Poi la solenne processione in mare, a cui parteciperanno autorità civili, militari e religiose, assieme alla locale Associazione Marinai d'Italia e dei pescatori che operano nel porto.

Durante la processione, dopo la Preghiera del marinaio, sarà lanciata in mare una corona di alloro alla memoria di quanti in esso hanno lasciato la vita. Dal porto si tornerà in processione alla cappella, attraversando le principali vie della città. Al termine la solenne benedizione del mare.

Per quanto riguarda il programma civile, ieri si è tenuto lo spettacolo musicale degli “Alla Bua”, mentre le strade cittadine sono illuminate dalla ditta Massimo Mariano. Come accaduto in occasione della festa patronale dei Santi Martiri Antonio Primaldo e Compagni, le condizioni di vento non permetteranno di realizzare lo spettacolo pirotecnico, previsto per questa sera, e rimandato a data da destinarsi.

Nel caso della festa dei Martiri, la comunicazione era stata istantanea, creando disagi e qualche polemica: lo spettacolo si è poi recuperato domenica scorsa. In questo caso, l’informazione è stata già resa nota nella giornata di ieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa Madonna dell’Altomare: attesa per la processione, rinviato spettacolo pirotecnico

LeccePrima è in caricamento