rotate-mobile
Otranto Otranto

A Otranto la seconda edizione del Festival Maria Corti, dedicato alla “Ultima signora delle lettere italiane”

Scrittori, poeti e intellettuali nel nome e in ricordo di una grande maestra. Tra gli ospiti, Vivian Lamarque, finalista al Premio Strega

OTRANTO – Via alla seconda edizione del Festival Maria Corti 2023, dedicato a una delle più importanti figure intellettuali del Novecento. Il Comune di Otranto, la Fondazione “Maria Corti” dell’Università di Pavia, il Centro Manoscritti dell’Università di Pavia e Otranto Culture hanno organizzato anche per quest’anno la rassegna, che si terrà il 26 e 27 maggio a Otranto. Il festival è stato ideato dalla giornalista Paola Moscardino, che ne cura la direzione artistica, in occasione del nel ventennale della morte della Corti.

La prima giornata è dedicata agli incontri con i relatori e le relatrici che si confronteranno sul tema portante di questa seconda edizione, dedicata a “I Maestri”. Il Castello Aragonese, cuore pulsante della vita culturale della città, sarà luogo d’eccezione, la sede in cui si svolgeranno gli incontri.   Sul tema si confronteranno venerdì 26 maggio Vivian Lamarque, scrittrice e poetessa, tra i finalisti al Premio Strega Poesia; Flavio Santi, scrittore e traduttore; Lorenzo Pavolini, vicedirettore di Nuovi Argomenti; Maria Borio, poetessa e scrittrice; le scrittrici Paola Soriga, Carmen Totaro, Kaha Aden; lo scrittore Roberto Vetrugno; lo storico della Lingua Marzio Porro. Interverranno Angelo Stella, presidente della Fondazione Maria Corti dell’Università di Pavia, e Giuseppe Antonelli, presidente del Centro Manoscritti dell’Università di Pavia, fondato da Maria Corti cinquant’anni fa.

Sabato 27 sarà dedicato invece alla geografia dei luoghi, con il tour letterario e storico nei luoghi della felicità mentale di Maria Corti e altre interessanti attività ispirate alle sue opere. Le attività della seconda giornata si svolgeranno nel borgo antico, ricco di storia, di monumenti bellissimi che lasciano trasparire l’importanza che la città ebbe nel corso dei secoli.

“Siamo lieti di ospitare la II edizione del Festival Maria Corti a Otranto – dichiara il neo sindaco Francesco Bruni – e gli illustri ospiti che animeranno il dibattito durante i panel previsti durante la prima giornata. Molti otrantini ricordano la Corti passeggiare in Città o seduta su una panchina della villa comunale. Otranto le era familiare e amava ritornarci periodicamente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Otranto la seconda edizione del Festival Maria Corti, dedicato alla “Ultima signora delle lettere italiane”

LeccePrima è in caricamento