Otranto Otranto

Gruppo azione costiera, il Comune di Otranto aderisce

Partenariato pubblico-privato per la crescita dell'area costiera e l'incentivazione della pesca, attraverso le risorse del Fondo europeo per il settore e favorendo occupazione e qualità ambientale

1-427

OTRANTO - Un partenariato pubblico-privato mirato all'attuazione di strategie per il territorio nel tratto costiero adriatico-salentino. E' questa l'iniziativa, che mette insieme comuni, provincia e privati in un'asse orientata alla crescita dell'area di riferimento. Nasce un comitato promotore del partenariato denominato Gac, ossia "Gruppo di Azione Costiera Adriatico-salentino". Oltre alla Provincia, come detto alla provincia, fanno parte i comuni di Castro, Diso, Melendugno, Santa Cesarea e Vernole.

A questa iniziativa dà la propria adesione il Comune di Otranto; partecipano anche realtà private come insieme Agci Agrital, Federcoopesca, Federpesca, Legapesca e Uncipesca. Si tratta di un partenariato, che punta allo sviluppo del tratto costiero in questione, sfruttando le risorse del Fondo europeo per la pesca (Fep), a sostegno dell'occupazione, per favorire la qualità dell'ambiente, stimolare la cooperazione fra gli operatori e garantire condizioni economico-sociali migliori per il settore della pesca.


Essendo stato pubblicato il Bando regionale, occorre ora avviare una fase di concertazione con tutti gli operatori interessati, in modo da costituire il partenariato pubblico e privato del Gac e definire la strategia di sviluppo locale per partecipare allo "Sviluppo sostenibile delle zone di pesca". Previsto anche un calendario di incontrerà che permetterà in ogni comune di coinvolgere gli operatori del settore. Nella città dei Martiri, l'appuntamento è stato fissato per il 18 aprile, alle 18, presso l'aula consiliare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gruppo azione costiera, il Comune di Otranto aderisce

LeccePrima è in caricamento