Mercoledì, 28 Luglio 2021
Otranto

Il Capodanno dei popoli arriva a Corigliano d'Otranto

Venerdì 4 gennaio Corigliano d'Otranto ospita un nuovo appuntamento inserito nell'articolato programma del Capodanno dei Popoli della Provincia di Lecce, che da anni riunisce le comunità straniere

!cid_Immag015

Venerdì 4 gennaio Corigliano d'Otranto ospita un nuovo appuntamento inserito nell'articolato programma del Capodanno dei Popoli della Provincia di Lecce, che da anni riunisce le comunità straniere che abitano il Salento, creando momenti artistico-ricreativi e dando spazio ai caratteri delle diverse tradizioni. Dalle 19.30 presso le sale del Castello a cura del Centro di Coordinamento e Programmazione Interculturale dell'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Corigliano si terrà uno spettacolo di Teatro Danza del laboratorio "Corigliano Festival Ballet" del Maestro Emiliano Markov con la partecipazione delle Comunità di stranieri residenti. A seguire concerto di Admir Shkurtaj (fisarmonica), Meli Hajdaraj (voce), Giorgio Distante (tromba).

Il programma di questa XVIII edizione del Capodanno dei Popoli, organizzata in collaborazione con le associazioni salentine, le comunità di stranieri e con lo Sportello dei diritti, è articolato in vari momenti che hanno coinvolto e coinvolgeranno, oltre al capoluogo, anche altri quindici comuni della provincia nei giorni immediatamente precedenti e successivi al Capodanno, che è stato festeggiato, come di consueto, nell'atrio del Palazzo dei Celestini, sede della Provincia di Lecce e simbolo da anni di integrazione.

Dal 18 dicembre al 19 gennaio nei comuni di Aradeo, Campi Salentina, Castrignano dei Greci, Corigliano d'Otranto, Corsano, Cursi, Galatina, Leverano, Lizzanello, Martano, Neviano, Salice Salentino, San Cesario di Lecce, Surbo e Trepuzzi si alterneranno progetti di collaborazione, concerti, riflessioni, spettacoli teatrali, mostre e laboratori interculturali in un viaggio tra sapori, suoni, cultura da tutto il mondo.

"L'organizzazione del Capodanno dei Popoli coinvolge una rete costituita da comunità immigrate, comuni e associazioni italiane che si occupano di intercultura. Non si tratta solo di un evento", sottolinea Luigi Calò, assessore alla Promozione dell'integrazione e della Cultura della pace della Provincia di Lecce, "ma di una molla di aggregazione. Questa esperienza, che prosegue da molti anni, è legata soprattutto ad un'idea di antirazzismo e alla capacità di promozione delle culture immigrate. La Provincia cerca di dare protagonismo alle persone che vivono nel Salento, valorizza le loro culture, e prova attraverso una serie di attività a favorire la convivenza civile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Capodanno dei popoli arriva a Corigliano d'Otranto

LeccePrima è in caricamento