Venerdì, 30 Luglio 2021
Otranto

Il Mediterraneo che unisce: comunità “gemelle”, per avvicinare Italia ed Albania

Ieri, nel castello aragonese di Otranto, siglato il gemellaggio tra la città salentina e quella di Saranda, sulla base delle comuni radici e sulla volontà di intensificare gli scambi e i rapporti istituzionali. Omaggio alla Kater

Sindaci con le pergamene

OTRANTO – Due comunità sulle sponde opposte del Mediterraneo diventano gemelle. Ieri sera, infatti, nella sala triangolare del castello aragonese di Otranto, è stato ufficialmente suggellato il gemellaggio tra la città dei Martiri e Saranda, centro costiero e principale meta turistica dell'Albania situato nella parte meridionale del paese. Alla cerimonia hanno preso parte i rappresentanti delle rispettive amministrazioni comunali.

Il consigliere delegato al Mediterraneo, Francesco Vetruccio, ha parlato di “sogno che si realizza”, in virtù di “una radice unica come tutti i popoli” affacciati sullo stesso mare. Il sindaco di Saranda, Stefan Cipa, ha voluto ringraziare l’amministrazione otrantina, sottolineando l’importanza di questo passo, nell’ottica del legame e della collaborazione tra enti di nazioni differenti, però, accomunati da diversi aspetti. Sulla stessa linea d’onda, Luciano Cariddi, sindaco di Otranto, ha parlato di un “sentimento di fratellanza, radicatosi maggiormente nella storia del recente passato”.

È emersa la volontà reciproca di rinforzare i contatti Albania-Italia: “Negli ultimi mesi abbiamo lavorato in tal senso – ha puntualizzato Cariddi - e ci sono degli armatori interessati alla tratta Otranto-Saranda. Non viviamo tempi facili, ma non poniamo limiti alla speranza nel futuro”. A seguire, la firma delle pergamene e lo scambio dei doni, che ha sancito l’atto di gemellaggio. Infine, al termine della manifestazione, le delegazioni si sono recate presso il monumento della Kater I Rades, in area ex Fabbriche, per un omaggio in memoria delle vittime del mare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Mediterraneo che unisce: comunità “gemelle”, per avvicinare Italia ed Albania

LeccePrima è in caricamento