Venerdì, 30 Luglio 2021
Otranto

Paura e fiamme sul Colle della Minerva: foresta a rischio, ma incendio domato

Momenti di panico sulla strada adiacente al santuario, dove dal parcheggio sottostante è partito il fuoco, che ha messo in pericolo gli alberi di pino. Decisivo l'intervento dei comuni cittadini e dei volontari per salvare l'area

OTRANTO - Momenti di panico ad Otranto per il fuoco divampato attorno al Colle della Minerva: le fiamme sono state avvistate poco dopo le 17, tra i rovi e le sterpaglie, alle spalle di un parcheggio, nella Valle delle Memorie, che danno quasi sulla strada che conduce sulla strada per Porto Badisco, fiancheggiando il santuario di "Santa Maria dei Martiri" e il monastero delle clarisse. Nel giro di pochi minuti si sono sviluppate, raggiungendo alcuni alberi di pino della vicina foresta.

Ad intervenire sul posto i volontari delle Guardie Ambientali locali ed alcuni cittadini, che hanno cercato con tempestività di circoscrivere le fiamme, spinte dal vento di tramontana, armandosi di secchi d'acqua; contemporaneamente, sono stati allertati ulteriori soccorsi.

Sono sopraggiunti poi una volante del commissariato locale di polizia, un rappresentante della Guardia forestale, e, con una autocisterna, gli uomini della Protezione civile della Misericordia di Otranto, che hanno gettato acqua sia dalla parte superiore della strada, sia dalla zona del parcheggio, riuscendo in circa 40 minuti ad avere la meglio sulle fiamme, avvalendosi della collaborazione dei volontari che avevano precedentemente segnalato l'incendio.

Pericolo scampato per questa volta, vista la presenza di una folta foresta nei dintorni e la zona particolarmente sensibile in cui si è verificato il fuoco: occorre tenere presente che la strada è molto frequentata da autovetture e da pullman, oltre, appunto, alla presenza a pochi metri di una chiesa e di un conventoCIMG7467-2. L'area del colle della Minerva  è, peraltro, un luogo "del cuore" per gli Otrantini, rappresentando storicamente la zona dove furono uccisi Antonio Primaldo e gli altri Ottocento martiri, recentemente santificati da papa Francesco.

Solo pochi giorni fa, in Prefettura a Lecce, si è discusso di quanto, con l'estate alle porte, sia fondamentale prevenire gli incendi. Va sottolineato ancora una volta l'impegno dei volontari presenti e dei comuni cittadini, che hanno permesso di domare l'incendio: d'altra parte, occorre far notare, come la stagione alle porte e la crescente possibilità di situazioni analoghe, renda necessario una maggiore presenza di mezzi sul posto, onde evitare la perdita del prezioso patrimonio naturale otrantino.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura e fiamme sul Colle della Minerva: foresta a rischio, ma incendio domato

LeccePrima è in caricamento