Giovedì, 24 Giugno 2021
Otranto

“La barca affonda”, ma su uno dei cittadini soccorsi pende mandato di cattura

I militari della guardia costiera hanno salvato, al largo di Otranto, due individui albanesi. Uno, però, era ricercato

OTRANTO – Dalla padella, alla brace. Un cittadino di nazionalitò albanese è finito in arresto, al termine degli accertamenti al largo di Otranto da parte degli uomini della guardia costiera. E’ accaduto questa mattina, all'alba,quando gli uomini della capitaneria gallipolina hanno coordinato un servizio di ricerca e soccorso di due cittadini nelle acque dell’Adriatico. Il “mayday” è giunto nelle prime ore del mattino alla sala operativa della capitaneria di porto di Gallipoli,  tramite un’utenza mobile satellitare da parte dei cittadini albanesi.

Hanno dichiarato di trovarsi a una distanza non meglio precisata dal costa, verosimilmente in direzione del porto di Otranto, a bordo di un natante alla deriva. La motovedetta ha raggiunto subito il largo della Città Adriatica, in assenza di una posizione precisa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’attività di pattugliamento dai mezzi nautici ha consentito alla motovedetta di intercettare, nel volgere di poco tempo, l’imbarcazione in difficoltà a circa quattro miglia nautiche al largo del porto di Otranto, con a bordo i due cittadini di sedicente nazionalità albanese, in apparente buono stato di salute. Hanno dichiarato di essere partiti dalle coste albanesi nella giornata di ieri e di essere rimasti alla deriva a causa di un’avaria al motore.

Il natante è stato successivamente rimorchiato nel porto di Otranto, dove sono stati effettuati dei controlli. Al termine dell’attività investigativa, i militari hanno accertato che a carico di uno dei due cittadini albanesi  pendeva un mandato di cattura. I militari dell’Ufficio circondariale marittimo di Otranto, di concerto con gli agenti della Polizia di Stato, hanno fermato il ricercato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“La barca affonda”, ma su uno dei cittadini soccorsi pende mandato di cattura

LeccePrima è in caricamento