Otranto

Nuovi Orizzonti all'attacco: "Il consiglio comunale è un’orchestra senza musica"

L'associazione, attraverso un manifesto, torna a pungolare la maggioranza di Cariddi, non risparmiando critiche al sostegno dell'opposizione alle politiche del sindaco: "I cittadini delusi hanno smesso di vegliare e sognare"

Un'immagine di repertorio di un consiglio comunale

OTRANTO - Un'immagine musicale per attaccare la maggioranza. Nuovi Orizzonti, l'opposizione "fuori campo" ad Otranto, pur non sedendo nei banchi consiliari di Palazzo Melorio, continua a pungolare la maggioranza (ma non solo) attraverso manifesti fatti affiggere sui muri cittadini. Nell'ultimo, in ordine di tempo, si legge: "L’attuale maggioranza consiliare si definì una orchestra coesa composta da esperti musicisti capaci di suonare grandi opere per la città: opere che avrebbero abbellito ed arricchito la comunità. Dopo la rielezione e durante il messaggio di ringraziamento ai cittadini fu suonata dal palco una grande opera: 'Nessun dorma'. faremo quanto promesso, si disse".

"Da allora - prosegue il testo - la gente veglia e sogna, ma la musica ha smesso di suonare. Il maestro d’orchestra in difficoltà con i suoi musicisti riceve il sostegno dei musicisti consiglieri di opposizione, ma la musica non riprende a suonare. Gli interpreti tutti hanno un loro spartito, diverso da quello del maestro d’orchestra, e attento alle sole note particolari. Si sono divisi in gruppi politico-musicali".

"L’orchestra di Palazzo Melorio - concludono - è divisa in quattro gruppi, non più coesa e corale. Timide note ed opere sono suonate e dirette dal maestro solista, ma il suono è afono. I cittadini delusi hanno smesso di vegliare e sognare".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi Orizzonti all'attacco: "Il consiglio comunale è un’orchestra senza musica"

LeccePrima è in caricamento