Mercoledì, 22 Settembre 2021
Otranto Otranto

Otranto, a breve gli interventi contro l'erosione coste

Dopo il tour salentino dell'assessore regionale Minervini, si studiano soluzioni per temperare il fenomeno in vista della stagione estiva: pronti 500mila euro dalla Regione per i primi interventi

1Immagine_mareggiiate

OTRANTO - La stagione estiva non è così tanto lontana e a Otranto si cercano soluzioni rapide per arginare il fenomeno dell'erosione delle coste, che, come ogni anno, si ripropone con una certa puntualità. Il tour salentino di ieri dell'assessore regionale al demanio, Guglielmo Minervini, è servito a constatare di persona i danni causati dalle mareggiate delle scorse settimane.

I disagi principali si sono verificati nell'area del comprensorio Alimini, con l'interessamento di diversi lidi e della spiaggia pubblica: l'erosione ha praticamente cancellato in alcuni tratti il cordone dunale, tanto da far riemergere il fondo roccioso; evidenti sono state le fratture subite dalla costa, con sostanziali danneggiamenti agli stabilimenti balneari e alle strutture ad essi connesse. Materiali di risulta e detriti ricoprono le spiagge.

Minervini ha precisato che servono soluzioni immediate, per temperare gli effetti del fenomeno e a salvare la prossima stagione balneare, con interventi successivi più a medio e lungo termine con la consapevolezza di trovarsi di fronte a qualcosa di "grave, complesso ed irreversibile": "Questo fenomeno - ha spiegato - per la prima volta è stato fotografato nel piano regionale delle coste. Lì abbiamo tutte le conoscenze che occorrono per evitare interventi sbagliati, che invece di risolvere il problema, lo aggravino: da qui, si apre una fase di concertazione tra le amministrazioni locali attraverso cui occorrerà predisporre una pianificazione degli interventi puntuali a partire dalle situazioni più gravi come questa".

Minervini ha evidenziato che si tratterà di interventi principalmente a mare, con una "quantità enorme di variabili" per non sbagliare, come accaduto nel caso eclatante di Margherita di Savoia, dove si è prodotto un contrastante effetto di accentuazione dell'erosione, da un lato, e di avanzamento della costa, dall'altro.


La Regione Puglia, come anticipato nei giorni scorsi dal sindaco di Otranto, Luciano Cariddi, ha messo a disposizione del comune circa 500mila euro per permettere di ristabilire le condizioni minime di fruizione delle zone colpite dall'erosione, in funzione della stagione estiva. Previsto nei prossimi giorni, un incontro a Bari tra i rappresentanti istituzionali locali e i tecnici della regione per le valutazioni specifiche degli interventi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Otranto, a breve gli interventi contro l'erosione coste

LeccePrima è in caricamento