Giovedì, 17 Giugno 2021
Otranto

Otranto, api calessine anche in zona extracomunale

Modificato il regolamento comunale per il servizio di noleggio con conducente ed autovettura e "Api calessino" nell'ultimo Consiglio comunale. Marrocco: "Sono ormai uno specifico del territorio"

ape_calessina

OTRANTO - Nell'ultimo Consiglio comunale, tenutosi il 30 maggio scorso, oltre al tema discusso della portualità, è stata approvata una modifica al regolamento per il servizio di noleggio con conducente ed autovettura ed "Ape Calessino", che prevede la possibilità per questi mezzi di muoversi anche in ambito extracomunale.

A motivare questa scelta è il consigliere Fabio Marrocco, che si è adoperato in prima persona per la risoluzione: "Le riflessioni più recenti sugli obiettivi dell'attuale amministrazione - dichiara - sono particolarmente focalizzate sul concetto di sviluppo duraturo di questa città, sfruttando al massimo e al meglio le risorse presenti sul territorio. Le logiche della operatività concreta richiedono, dunque, di concentrarsi sull'analisi dei progetti ed iniziative già attualizzati e da attualizzare, sulla misurazione degli stessi e sulle modalità che consentono di accrescere i loro punti di forza".

Per Marrocco, il nuovo taxi-api calessine, servizio approvato il 16 febbraio 2009, ha riscosso un successo "immediato e notevole": "Lodevole - spiega - è l'intenzione di usufruire di un veicolo economico, concepito per il trasporto umano a breve raggio, adatto per muoversi sia negli antichi borghi della città sia nelle zone periferiche, veicolo ideale in quanto permette una fruizione più immediata del nostro paesaggio e del nostro territorio, direttamente a contatto con l'ambiente circostante e con la natura, diversamente, quindi, dalla macchina o da altri mezzi".


Nella consapevolezza che nessun altro mezzo di trasporto possa intaccare l'impiego delle calessine, che hanno apportato "grandi vantaggi", divenendo una "specificità del turismo otrantino" e "offrendo non poche opportunità di lavoro", Marrocco precisa di pensare insieme all'amministrazione che per la prossima stagione "esse saranno protagoniste della dolce vita, non solo in ambito comunale, ma anche extracomunale": "Questo processo - conclude - richiede organizzazione, competenze, strumenti e tecnologie che possono supportare un sistema decisionale basato sulla conoscenza di ciò che crea valore per i cittadini e per i turisti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Otranto, api calessine anche in zona extracomunale

LeccePrima è in caricamento