Notizie da Otranto

Otranto: in arrivo assessori esterni alla giunta?

C'è fermento in città per conoscere i nomi dell'esecutivo di Cariddi. E intanto appare un manifesto degli uomini vicini a Sammaruco, che contesta l'attribuzione della vittoria al centrosinistra

Luciano Cariddi-2
A meno di ventiquattro ore dall'inizio dell'amministrazione Cariddi c'è grande fermento in città per conoscere i nomi che comporranno l'organigramma della nuova giunta. Nessuna indiscrezione filtra, ma è lo stesso sindaco a pronunciare frasi sibilline, che sembrano tracciare il quadro della squadra di governo: "La mia giunta si caratterizzerà per due esigenze da me avvertite e per cui credo sia necessario dare risposte: rappresentatività delle componenti che formano la lista e capacità personali, tecnico-amministrative degli assessori. Per questa ragione, non escludo che, nelle prerogative che mi attribuisce la legge, io possa scegliere anche assessori esterni al consiglio comunale. Ritengo di dover fare le mie scelte, nell'obiettivo di porre rimedi concreti e tempestivi ai tanti problemi che, oggi, la nostra città sta vivendo".

Intanto la cronaca politica cittadina ha registrato, nei giorni scorsi, l'apparizione di un manifesto a firma di uomini vicini a Sammarruco, che contesta l'attribuzione della vittoria al "centrosinistra", fatta dal Governatore Vendola sulle pagine de La Repubblica del 30 maggio scorso. Anche su questo episodio il sindaco ha voluto dire la sua: "I miei avversari dovrebbero mettersi d'accordo: prima del voto, nonostante le nostre pubbliche dichiarazioni di essere una lista civica pura, composta di differenti esperienze politiche personali, nelle loro comunicazioni elettorali ci hanno fatti passare come lista di "centrosinistra"; ora, nel manifesto, ci accusano di essere addirittura di destra".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Resta ancora in sospeso la questione della collocazione partitica di Cariddi e del gruppo moderato, proveniente da Fi, che lo ha sostenuto: si prospetta una resa dei conti interna al coordinamento provinciale, dopo la frattura che si è creata con la composizione degli schieramenti cittadini trasversali. Il primo cittadino si limita a chiarire la situazione odierna a riguardo: "Il coordinamento provincia di Fi non ha più avuto rapporti con noi. L'evoluzione politica del gruppo, che mi ha sostenuto, sarà ovviamente valutata a breve, in maniera collegiale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento