Mercoledì, 29 Settembre 2021
Otranto Otranto

OTRANTO: INFORMAZIONE SANITARIA A MISURA DEL CITTADINo

È partito lo sportello informativo sanitario, che faciliterà la relazione tra cittadini ed Asl: merito dell'impegno di "Sos per la vita", l'associazione di volontariato che da mesi si batte

Parte oggi ad Otranto lo Sportello "S.o.s. Sanità" e il Centro Unico di Prenotazioni, realizzato grazie all'impegno dell'amministrazione comunale, in collaborazione con l'associazione di volontariato "S.o.s. per la Vita". Lo sportello d'informazione sanitaria, a disposizione dei cittadini otrantini, con circa quaranta operatori volontari, è attivo presso il Centro anziani, sito in via De Donno e sarà aperto al pubblico nei giorni il lunedì e il giovedì dalle ore 9 alle ore 12: il servizio permetterà a chiunque di prenotare visite mediche e specialistiche presso le strutture Asl, recandosi personalmente allo sportello o telefonando ad un numero predisposto (0836 805341).

L'iniziativa, presentata presso la Sala triangolare del Castello aragonese, alla presenza del direttore sanitario dell'Asl, Franco Sanapo, del presidente di "Sos per la vita", Ilio Palmariggi, di Rita Tarantino, membro di riferimento della stessa associazione e del sindaco, Luciano Cariddi, ha permesso di illustrare i vantaggi del nuovo servizio a disposizione della comunità locale. Palmariggi ha voluto rivolgere un ringraziamento "doveroso" sia alla signora Tarantino che alla consigliera per le pari opportunità del comune di Otranto, Lavinia Puzzovio, motori dell'iniziativa.

Ha espresso soddisfazione il primo cittadino Cariddi che si è detto felice della concretizzazione di questo progetto: "Dà risposte utili - ha dichiarato - grazie a questo lavoro si sta dimostrando come la sanità si stia avvicinando alla gente. Così cresce un territorio. Otranto può oggi vantarsi di fornire servizi utili per i concittadini e per i visitatori".

Sanapo ha ribadito il "legame simbolico" nato tra l'Asl e l'amministrazione locale, sottolineando la "conflittualità necessaria" di alcuni rapporti tra le associazioni di volontariato e le istituzioni, prima di imparare ad "interloquire". Il Cup - evidenzia Sanapo - è un servizio reale per il cittadino che non deve spostarsi dal suo Comune per prenotare una visita. L'unificazione delle Asl non è stata indolore. Siamo riusciti solo di recente ad avere un sistema unico di prenotazione. Adesso si tratta di fornire un supporto informatico. Parlare un linguaggio comune tra soggetti differenti è molto difficile ma importante".

La signora Tarantino ha poi manifestato la sua soddisfazione per il percorso svolto: "Il volontariato - ha spiegato - si fa tutti i giorni dell'anno. Ogni anno si ammalano tantissime donne di cancro alla mammella. In Puglia di meno, ma ne muoiono di più perché c'è poca informazione". Importante il passaggio sull'uguaglianza delle donne, anche attraverso lo screening e l'informazione: "Finalmente è l'istituzione che bussa alla porta, prende le donne e le accompagna. Ci sono tantissime criticità purtroppo. La senologia è una disciplina multifunzionale e ha bisogno di tante professionalità". Probabile, intanto, l'apertura di un nuovo sportello informativo sanitario anche a Poggiardo, testimoniato anche dalla presenza del primo cittadino, Silvio Astore.


In Evidenza

Potrebbe interessarti

OTRANTO: INFORMAZIONE SANITARIA A MISURA DEL CITTADINo

LeccePrima è in caricamento