Domenica, 19 Settembre 2021
Otranto Otranto

OTRANTO: QUALCHE SVILUPPO SU GASDOTTO E PALASCIA

Si è riunita la commissione consiliare che valuta gli aspetti del progetto Poseidon: una lettera dell'Edison anticipa un nuovo studio di fattibilità. Nuovi documenti presentati dal ministero

La commissione consiliare di Poseidon (foto dal sito istituzionale del Comune di Otranto)

È tornata a riunirsi nei giorni scorsi la commissione consiliare di valutazione del progetto Poseidon, nominata il 24 aprile scorso, e composta da due rappresentanti rispettivamente di maggioranza e opposizione: si tratta di un primo strumento partecipativo dentro le forze politiche e rappresentative della città, costituito per approfondire tutti i vantaggi e le criticità del progetto, che prevede la costruzione di un gasdotto ad Otranto.

Tra le questioni di studio, l'impatto ambientale, la collocazione della cabina di misura, il tracciato di collegamento alla rete nazionale: tutte sono ancora in fase di verifica ed approfondimento.

La novità dell'ultima riunione a Palazzo Melorio è stata una lettera che la Edison, società che si occupa del progetto, ha indirizzato al sindaco di Otranto, Luciano Cariddi, rendendo noto di aver incaricato, a sua volta, una società per un nuovo studio di fattibilità, che prospetti lo spostamento della cabina di misura in un altro sito e la modifica del percorso a mare.

Piccole novità anche sul "caso Palascia": nei giorni scorsi, si sarebbe dovuta tenere la seconda udienza davanti al Tar Lecce, relativa al ricorso per l'annullamento del progetto del Ministero della Difesa sull'area di Punta Palascia, che prevede l'allargamento della base preesistente.

Doveva essere l'ultima udienza, quella, cioè, relativa alla discussione, ma si è risolta in un nulla di fatto, poiché il ministero, per il tramite dell'avvocatura dello Stato ha depositato le tavole e le relazioni del progetto, datate 2006, ed un plico sigillato contenente documenti secretati. Questi ultimi potranno essere visionati dagli avvocati del comitato "Giù le mani dalla costa", in data da destinarsi, ma senza, tuttavia, che se ne possa estrarre copia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

OTRANTO: QUALCHE SVILUPPO SU GASDOTTO E PALASCIA

LeccePrima è in caricamento