Martedì, 27 Luglio 2021
Otranto

Peschereccio prende acqua da una falla e affonda: salvo l'equipaggio

L'imbarcazione si trova ora inabissata ad una profondità di 200 metri, a circa sei miglia dalle coste di Otranto. L'equipaggio composto da tre persone, che non hanno riportato ferite, è stato tratto in salvo da un altro peschereccio

OTRANTO - Il peschereccio si trova ora inabissato ad una profondità di 200 metri, a circa sei miglia dalle coste di Otranto. L’equipaggio, composto dal comandante, dal motorista e dal marinaio, tutti di origini baresi, è fortunatamente salvo. Ma i momenti di panico non sono mancati, quando questa mattina, il 'San Nicola IV', lungo 15 metri, impegnato in una battuta di pesca, ha iniziato a imbarcare improvvisamente acqua a causa di una falla che si è aperta nel vano motori. Questa, almeno, una delle ipotesi più accreditate sulla causa dell'affondamento. E i tre marinai si sono ritrovati in poco tempo in mare. 

Chi ha rischiato di più è stato il comandante del peschereccio, un 51enne di Mola di Bari. Stando a quanto riportato dai pescatori, l’uomo sarebbe rimasto bloccato all'interno della cabina di pilotaggio, riuscendo a salvarsi solo dopo avere rotto il finestrino. I naufraghi sono stati soccorsi dall'equipaggio del peschereccio 'Garibaldi', della cooperativa 'Il Delfino', di San Foca, che si trovavano con la loro imbarcazione nello specchio d’acqua dove si è verificato l’incidente. Aiutati a salire a bordo del ‘Garibaldi’, i tre naufraghi, che non hanno riportato ferite, sono stati trasportati nel porto di Otranto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peschereccio prende acqua da una falla e affonda: salvo l'equipaggio

LeccePrima è in caricamento