Sabato, 24 Luglio 2021
Otranto

Otranto: segnali sull'orlo di una crisi di nervi

Un lettore ci segnala la presenza di numerosi cartelli stradali in cattivo stato di manutenzione. "Un rischio per automobilisti e pedoni: l'amministrazione intervenga"

belli-cartelli (3)

di Luciano Esposito

Vorrei segnalare la cattiva manutenzione della cartellonistica stradale ad Otranto. Ciò, nonostante l'obbligo, ai sensi dell'articolo 37, comma 1, del codice della strada, dell'amministrazione locale, in materia di pubblica viabilità, di provvedere alla manutenzione ordinaria e straordinaria della stessa. Nel caso in questione si rende necessaria la manutenzione per realizzare il progressivo miglioramento delle indicazioni ed assicurare la sicurezza degli utenti, compresi i pedoni.

Si rende necessaria inoltre affinché i "Turisti" non facciano di queste pietose "immagini" apposite cartoline "negative" su Otranto. Si segnala inoltre sempre a Otranto lungo alcune strade o in vista di esse la presenza, in violazione dell'articolo 23 del codice della strada, di indicazioni pubblicitarie anche obsolete che per dimensioni, forma, colori, disegno e ubicazioni possono ingenerare confusione con la segnaletica stradale, ovvero, arrecano disturbo visivo a chi circola su di esse o distraggono l'attenzione con conseguente pericolo per la sicurezza della circolazione.

Infatti, la presenza della segnaletica stradale è finalizzata a garantire - in generale - prima di ogni cosa la sicurezza stradale. Pertanto, si auspica da parte dell'amministrazione una pronta ed efficace manutenzione della segnaletica ed una generale regolarizzazione e nuova disciplina degli impianti e segnaletiche pubblicitarie che devono essere tenute lontane dalla segnaletica stradale. D'altro canto non si può parlare di grandi progetti per Otranto se prima non si correggono i piccoli aspetti che nel complesso possono in alcuni casi deturpare il paesaggio.
E la situazione rappresentata dalle foto è sintomatica. Anche questo è turismo (negativo).
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Otranto: segnali sull'orlo di una crisi di nervi

LeccePrima è in caricamento