Domenica, 1 Agosto 2021
Otranto

Pericolosa bomba d'aereo di quasi 60 chili fatta brillare al largo di Otranto

Questa mattina alle 11 i militari del nucleo Sdai hanno fatto esplodere in sicurezza un ordigno della seconda guerra mondiale, particolarmente pericoloso per la sua alta carica di tritolo. Il ritrovamento, casuale, di un sub

Foto di repertorio.

 

OTRANTO - Non è raro che lungo le coste salentine, e soprattutto nella zona di Otranto, il mare riporti a galla vecchi "ricordi" della seconda guerra mondiale. Il più delle volte si tratta di ordigni bellici dalle polveri (è il caso di dire) bagnate e che, fuor di metafora, difficilmente potrebbero provocare danni. Non questa volta. A detta degli specialisti che l'hanno intercettata, dopo una segnalazione all'ufficio circondariale marittimo di Otranto, la bomba, di fabbricazione statunitense, era particolarmente pericolosa, perché conteneva una grande quantità di esplosivo.

A scoprirla è stato un sub, alcuni giorni addietro. Il sommozzatore ha subito chiamato la guardia costiera. Dopo le verifiche, è stata rimossa e messa in sicurezza al largo di Torre Sant'Emiliano. Ad agire, gli specialisti della Marina militare. Il brillamento vero e proprio è invece avvenuto oggi, in coordinamento con i militari della sala operativa della guardia costiera di Otranto.

Si tratta di una vera e propria bomba d'aereo, da 125 libbre (cioè, quasi 57 chilogrammi), con un alto potenziale esplosivo, nell'ordine delle decine di chili di tritolo, che alle 11 è stata fatta esplodere in modo controllato dal nucleo Sdai (Servizio difesa antimezzi insidiosi) di Taranto. Nell'operazione sono stati utilizzati "contro-cariche" e speciali palloni.

La bomba, ritrovata a circa 500 metri dalla riva, su un fondale di circa 10 metri, nella zona fra il porto di Otranto e la Torre del Serpe, è stata portata al largo per mezzo del battello B12 della guardia costiera idruntina e fatta brillare a circa 1,7 miglia di distanza dalla costa, lontano da diportisti e pescatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pericolosa bomba d'aereo di quasi 60 chili fatta brillare al largo di Otranto

LeccePrima è in caricamento