rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
L'accordo / Otranto

Cinema e valorizzazione dei territori: a Otranto gli spazi di un nuovo contenitore culturale

Siglato un protocollo tra Apulia Film Commission e Comune per una collaborazione scientifica, logistica e organizzativa che punti a un osservatorio permanente dei nuovi mercati di produzione cinematografica

OTRANTO – Un protocollo d’intesa per la valorizzazione e promozione dei prodotti culturali cine-audiovisivi: è quanto previsto dall’accordo siglato tra il Comune di Otranto e la Fondazione Apulia Film Commission, con una collaborazione scientifica, logistica e organizzativa nell’ambito della progettazione internazionale che, proprio in occasione della candidatura di “Otranto 2025 Mosaico di Culture”, ha visto nascere un vero e proprio piano di sviluppo culturale realizzato in collaborazione con l’Università del Salento.

Il Comune ha messo a disposizione di Apulia Film Commission gli spazi necessari a ospitare gli uffici e le sue attività: studio, alta formazione, inclusione sociale, formazione del pubblico, innovazione dei mercati, diffusione e promozione della cultura audiovisiva all’insegna della sostenibilità ambientale.

Le due realtà puntano a una collaborazione pubblico privata per favorire la conoscenza, la valorizzazione e la promozione della cultura audiovisiva attraverso l’Otranto Film Lab - Cultural Hub (iniziativa contenitore dei progetti audiovisivi) a partire dall’Off, Otranto Film Festival diretto da Stefania Rocca, passando a una manifestazione che promuova e celebri le opere e i progetti filmici (lungometraggi, documentari, cortometraggi, serie televisive) prodotti anche con il sostegno dei Film Fund e delle Film Commission all’interno della macro-regione Adriatico-Ionica.

Si punta anche a sviluppare un osservatorio dedicato ai nuovi mercati di produzione cinematografica all’interno della macro-regione Adriatico-Ionica e supportare autori e produttori al loro primo o secondo lungometraggio di finzione, attraverso un progetto di Film Lab coinvolgendoli nella formazione, nello sviluppo, nel finanziamento e nella distribuzione.

Tra le tante progettualità in campo, anche un laboratorio di ricamo e tessitura per il Cinema, in collaborazione con la Fondazione Le Costantine e con i più importanti brand dell’Alta Moda attraverso “Caffè scientifici/letterari”, luoghi di cultura e formazione improntati alla tutela e valorizzazione di tematiche ecologiche e di parità di genere, anche per quanto riguarda le produzioni artigianali con specifico riferimento al tessile.

Sul piano economico è stata concordata la possibilità di ricercare congiuntamente ulteriori partner in grado di apportare un contributo in termini risorse e competenze, anche in vista della partecipazione comune a progetti regionali, nazionali e comunitari con particolare interesse alle progettualità transfrontaliere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema e valorizzazione dei territori: a Otranto gli spazi di un nuovo contenitore culturale

LeccePrima è in caricamento