Notizie da Otranto

Nuovo sbarco all’alba: 75 iracheni nel centro di Otranto, tra loro bimbi

Il gruppo, composto da donne e 30 minorenni, è stato avvistato questa mattina e poi trasferito nel centro "Don Tonino Bello"

Foto di repertorio

OTRANTO- Un nuovo sbarco, all’alba, dopo un viaggio della speranza in mare. Un gruppo di 75 migranti, tutti di origine curdo-irachena, è stato rintracciato alle prime luci del giorno nel centro di Otranto. Notati da alcuni cittadini e poi segnalati alle forze dell’ordine, sono stati raggiunti dalla polizia e dai carabinieri. Tra di loro, oltre a diverse donne e nuclei familiari, anche 30 minori. Alcuni anche molto piccoli.

Versano tutti in buone condizioni di salute, come gli stessi operatori sanitari della Croce Rossa hanno potuto appurare. Su disposizione della prefettura, sono stati tutti accompagnati presso il centro di prima accoglienza “Don Tonino Bello” della Città dei Martiri, in attesa delle operazioni di fotosegnalamento.

Le indagini, coordinate dal Pool antimmigrazione clandestina della Procura della Repubblica di Lecce, sono ora volte all’identificazione degli scafisti che, non si esclude, potrebbero essere mimetizzati tra i cittadini stranieri. Non vi è tuttavia traccia dell’imbarcazione utilizzata per la traversata: l’altra ipotesi è che i responsabili possano aver ripreso il largo, subito dopo lo sbarco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento