Lunedì, 27 Settembre 2021
Otranto Otranto

In 21 su una barca al largo di Otranto. Arrestato scafista: è un salentino

E' un 38enne di Veglie l'uomo accusato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. E' stato fermato dopo un inseguimento in mare da parte dei finanzieri della sezione aeronavale, nelle acque adriatiche. A bordo del natante, un gruppo di cittadini siriani

PORTO BADISCO (Otranto) – Approdano sulle coste del Salento, la lo scafista finisce in manette. Sono stati rintracciati, dalla guardia di finanza, al largo di Porto Badisco, a bordo di un natante, 21 migranti che sono stati fatti attraccare nel porto idruntino.

Le unità aeronavali del Reparto operativo aeronavale di Bari, competente per la sorveglianza delle coste pugliesi e del Gruppo aeronavale di Taranto, nel primo pomeriggio, un natante lungo circa 8 metri, che si dirigeva a forte velocità verso terra e a bordo del quale erano visibili pochi occupanti.

Il mezzo, che viaggiava spedito, alla vista di un  pattugliatore delle fiamme gialle che si era avvicinato per un controllo di routine, ha incrementato ulteriormente la velocità nel tentativo di sottrarsi al controllo. Ma è stato raggiunto nel giro di pochi minuti. L’imbarcazione, dotata di due potenti motori fuoribordo  era condotto da un cittadino italiano.

I migranti, lo scafista e il mezzo fermato sono stati condotti presso gli ormeggi della sezione operativa navale delle fiamme gialle, nel vicino porto di Otranto. Qui l’intero gruppo, composto da 17 uomini adulti, un bambino e tre donne, è stato rifocillato e sottoposto alle visite mediche. Lo scafista, invece, Giovanni Maiorano., 38enne di Veglie, è stato tratto in arresto per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina mentre l’imbarcazione veniva sottoposta a sequestro.

I cittadini stranieri, tutti dichiaratisi di nazionalità siriana, sono stati accompagnati presso il centro “Don Tonino Bello di Otranto” dove si è proceduto alla loro identificazione. D’intesa con la Prefettura leccese, si è provveduto alla prima assistenza e gli stessi saranno trasferiti presso le strutture disponibili sul territorio nazionale. Le operazioni sono state condotte dal gruppo interforze composto da personale della Polizia di Stato, dei carabinieri e dalle fiamme gialle.

E’ passato solo qualche giorno dall’ultima operazione di contrasto ai flussi migratori clandestini che aveva portato le fiamme gialle a trovare 73 migranti, all’arresto di due scafisti albanesi e al sequestro di un potente gommone tra Leuca e il Ciolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 21 su una barca al largo di Otranto. Arrestato scafista: è un salentino

LeccePrima è in caricamento