Venerdì, 18 Giugno 2021
Otranto

Scampato il pericolo, quattro tartarughe neonate riprendono il largo

Esemplari di caretta caretta, erano state trovate sul litorale degli Alimini sotto choc per il freddo, quando, nei giorni scorsi le temperature sono crollate. Universo, Igor, Lucia e Amleto sono state curate e ora rimesse in libertà dall'Osservatorio faunistico provinciale - Museo di Calimera

OTRANTO - Universo, Igor, Lucia e Amleto tornano a casa. Nel loro habitat. Chi siano, è presto detto: quattro neonati di tartaruga caretta caretta che si erano spiaggiati nei giorni scorsi sul litorale idruntino degli Alimini. Le temperature erano crollate proprio a ridosso della nascita. Un evento che le ha colte di sorpresa, rischiando di ucciderle.

Ieri, dunque, il grande giorno, e sempre presso una delle spiagge di Otranto. Personale dell’Osservatorio faunistico provinciale – Museo di Calimera, alla presenza della guardia costiera, ha reinserito i piccoli nel proprio habitat naturale.

Spiegano gli esperti che, in base ad alcuni parametri morfometrici, si è potuto stabilire come le tartarughe di questa specie acquatica, protetta in quanto a rischio d’estinzione, fossero nate nati da pochi giorni e che, con ogni probabilità, il nido si trovasse proprio nei pressi dei siti di spiaggiamento.

Le coste salentine, com’è noto, sono tra i siti abituali di nidificazione di esemplari di caretta caretta, ed eventi del genere (non certo nuovi alle cronache) ne sono un’ulteriore riprova.

Presso la sede dell’Osservatorio le quattro bestioline erano state ricoverate in preda a cold stunning, cioè lo “stordimento da freddo”, una forma d’ipotermia. Hanno rischiato di spalancare gli occhi sul mondo solo per poche ore. Ma ora che la colonnina del termometro è salita di nuovo e che anche l’acqua è più accogliente, le piccole tartarughe sono state restituite al mare, per un lungo viaggio nella loro nuova vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scampato il pericolo, quattro tartarughe neonate riprendono il largo

LeccePrima è in caricamento