Otranto

Scontro frontale tra auto: incastrato tra le lamiere, muore a 27 anni. Cinque feriti

Il terribile incidente questa notte intorno alle 2.30, sulla strada che collega Otranto con i Laghi Alimini, nei pressi del parco Smile. La vittima è Giuseppe Mazzeo, di Torre dell’Orso (marina di Melendugno)

OTRANTO - Una giovane vita è stata spezzata questa notte a causa di un terribile incidente avvenuto sulla strada che collega Otranto con i Laghi Alimini, nei pressi del parco Smile. Si tratta di Giuseppe Mazzeo, aveva 27 anni, e risiedeva a Torre dell’Orso, marina di Melendugno.

Il ragazzo era alla guida di una Citroren C3, dove viaggiava da solo, che si è scontrata frontalmente con una Peugeot 308, sulla quale si trovavano cinque ragazzi. Dopo l’impatto, il mezzo si è accartocciato, diventando una prigione: rimasto incastrato tra le lamiere, una volta liberato dai vigili del fuoco, il cuore del ventisettenne aveva già cessato di battere.

A constatare il decesso sono stati i soccorritori del 118, i primi ad essere intervenuti sul posto dopo aver ricevuto la segnalazione di diversi automobilisti di passaggio, e che hanno poi provveduto a trasportare gli altri cinque giovani coinvolti nell’incidente in ospedale: tre al pronto soccorso del “Vito Fazzi” di Lecce e due al “Veris Delli Pontis” di Scorrano.

Hanno tutti un'età compresa tra i 18 e i 19 anni e sono residenti nella città di Bologna, eccetto il conducente, N.D.G., che è di Otranto.

Due di questi non sarebbero in gravi condizioni, uno si è fratturato un braccio e l’altro ha riportato una ferita alla gamba, mentre per un terzo è stato necessario il ricovero in Rianimazione per un trauma facciale con ferite multiple al volto.

Il luogo è stato raggiunto, oltre che dai vigili del fuoco e dalle ambulanze del 118, dai carabinieri della stazione di Otranto, supportati da altre pattuglie della compagnia di Maglie, e dagli agenti del commissariato di polizia locale.

Starà agli uomini dell’Arma stabilire la dinamica del sinistro che dai primi riscontri sembrerebbe essere stato provocato da un’invasione di corsia da parte dell’auto condotta dalla vittima.

Intanto, il conducente della Peugeot 308, essendo neopatentato, è stato denunciato, poiché avrebbe dovuto mettersi al volante completamente sobrio, secondo le disposizioni del nuovo codice della strada, e invece sottoposto agli accertamenti è risultato avere un tasso etilometrico dello 0,2. Non solo. Gli sarà anche sospesa la patente per aver condotto un mezzo di potenza superiore a quella che gli era consentita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro frontale tra auto: incastrato tra le lamiere, muore a 27 anni. Cinque feriti

LeccePrima è in caricamento