Martedì, 27 Luglio 2021
Otranto

Ritardi e disagi sul cantiere della statale 16: "Preoccupati per il turismo"

Il sindaco di Otranto, Luciano Cariddi, contro la tempistica e i rallentamenti dei lavori di ampliamento della statale 16: "Nonostante le rassicurazioni, rischiamo ora di veder compromettere i risultati della stagione estiva"

OTRANTO - Preoccupazione e disagio dinanzi ai ritardi e alla tempistica dei lavori di ampliamento della statale 16, Maglie-Otranto. Ad esprimerli è il sindaco di Otranto, Luciano Cariddi, che, con l'approssimarsi della stagione turistica, inizia a fare i conti con le ricadute negative possibili dal cantiere aperto.

"Siamo fortemente preoccupati - spiega in una nota - dalla tempistica relativa ai lavori di ampliamento della statale 16 Maglie-Otranto. Da diversi mesi ormai, per raggiungere Otranto, si rende necessario un percorso alquanto articolato all’altezza dello svincolo di Maglie e reso ancor più tortuoso con il passaggio dallo svincolo di Muro Leccese, dove si attraversa un ponte mai riparato che rallenta, per via di un semaforo, ulteriormente i flussi di marcia".

Cariddi precisa che la sua amministrazione aveva ricevuto rassicurazioni circa la conclusione dei lavori entro la stagione turistica: "Ma a tutt’oggi - ribadisce - ancora non vediamo riaperto il tratto di strada in questione. La preoccupazione è divenuta maggiore con le verifiche che abbiamo dovuto effettuare in questi giorni dei ponti primaverili in cui si sono riscontrati lunghissimi incolonnamenti di automezzi".

Il sindaco della città salentina ritiene inammissibile dover assistere a tali lentezze, molte soprattutto burocratiche da parte di Anas e Regione, "che rischiano di compromettere ulteriormente i risultati di una stagione estiva ormai alle porte e che già ci consegna qualche perplessità rispetto al numero di presenze turistiche previste".

"Ci auguriamo - afferma - che si abbia il buonsenso necessario da parte dei responsabili di questo progetto affinché si riesca a rimuovere ogni disagio causato alla circolazione dei veicoli che vorranno raggiungere le nostre città, fermo restando che non siamo ancora stati messi nella condizione di sapere quale sarà il proseguo di tale progetto in ordine ai tempi e agli interventi definitivamente valutati e decisi per il tratto compreso tra Palmariggi ed Otranto".

"Non vorremmo dover temere, come purtroppo avviene in gran parte d’Italia - conclude -, il protrarsi di questo cantiere aperto vita natural durante a causa di indecisione politica e burocratica e complicazioni tecniche. Sarebbe un vero danno al nostro stupendo territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritardi e disagi sul cantiere della statale 16: "Preoccupati per il turismo"

LeccePrima è in caricamento