Lunedì, 26 Luglio 2021
Otranto

Torna il "Jazz&Wine Festival": ospiti internazionali e musica per palati fini

Dopo il successo delle scorse edizioni, l'associazione culturale "Otranto Jazz Festival" presenta la quinta edizione dell'evento, dal 26 al 28 luglio: tra i nomi, Bebo Ferra e Andrea Dulbecco, Aires Tango e Javier Girotto

immagine di repertorio

OTRANTO - Dopo il successo delle scorse edizioni, l’associazione culturale Otranto Jazz Festival presenta la quinta edizione di "Jazz&Wine Festival" in Salento, che si terrà tra il 26 ed il 28 luglio 2013 nei comuni di Maglie ed Otranto.

La prima serata, il 26 luglio, si svolgerà all’Istituto Capece di Maglie col gruppo pugliese emergente dei "Fabularasa". Musica schietta, levantina, a cui i quattro musicisti del gruppo si dedicano con perizia quasi sartoriale, è una musica “fatta a mano”: essenze del jazz e sonorità mediterranee. Il gruppo è formato da Luca Basso voce, Vito Ottolino chitarre, Poldo Sebastiani basso elettrico e loop station, Giuseppe Berlen batteria e percussioni. Ultimamente si sono esibiti con ospiti prestigiosi come Gabriele Mirabassi e Paul McCandless, storico fiatista degli Oregon.

Il 27 luglio ad Otranto, nel Fossato del Castello, si esibirà il duo formato da Bebo Ferra alla chitarra e Andrea Dulbecco al vibrafono, musicisti uniti dal gusto estremamente delicato per la melodia e la scelta dei suoni. Il loro incontro unisce passione e rigore formale, sovverte costantemente il gioco dei ruoli, solista ed accompagnatore, per fondere libera improvvisazione e momenti più ancorati alla tradizione jazzistica.

Il 28 luglio conclude il festival ad Otranto, nel Fossato del Castello, il gruppo Aires Tango, del sassofonista argentino Javier Girotto. La loro musica è una sorta di tango trattato dalle caratteristiche spiccatamente latine per le melodie ed i ritmi che lo animano, ma meno vincolato dai canoni del tango tradizionale e perciò terreno fertile per un’improvvisazione d’ispirazione jazz. In questo modo gli Aires giungono a una musica di notevole libertà espressiva e di grande fascino, nella quale gli echi del passato si fondono con le istanze del linguaggio musicale più moderno. Il gruppo è formato da Javier Girotto sax e flauti, Alessandro Gwis pianoforte, Michele Rabbia percussioni, Marco Siniscalco basso.

Il festival è contornato da altre iniziative quali: Happy Hour in diverse location di Otranto. Un Jazz&Wine dal 26 al 28 luglio alle 20, presso Largo Alfonso D’Aragona, con accompagnamento musicale della cantante francese Sarah Carso ed il suo chitarrista Felix Lamerle, e per finire, sempre nei tre giorni del festival, dalle ore 24.00, presso Lungomare degli Eroi, Dj Set di artisti top otrantini.

Il 28 luglio, alle ore 18.30, nella zona del molo, ci sarà una Jam session di percussioni guidata da Michele Rabbia, batterista degli Aires Tango, in cui tutti possono partecipare con qualsiasi percussione. La manifestazione è patrocinata dal Comune di Otranto: “È uno degli eventi di punta - spiega l'assessore Lavinia Puzzovio - dell'estate otrantina. Tre intense serate animeranno e proietteranno il nostro territorio sul fantastico mondo del jazz. È una manifestazione che è cresciuta nel tempo, arricchendosi e creando atmosfere nuove e sempre più suggestive”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna il "Jazz&Wine Festival": ospiti internazionali e musica per palati fini

LeccePrima è in caricamento