Domenica, 20 Giugno 2021
Otranto

La città “a misura di bambino” con tre nuovi parchi ricreativi

Sono stati avviati i lavori per la realizzazione di alcune aree ricreative sul territorio cittadino: un impegno, secondo l'amministrazione, con l'obiettivo di rendere Otranto una realtà che guarda alle esigenze dei più piccoli

Parco zona Fanghi

OTRANTO – Rendere Otranto una “città dei bambini”: è questo uno degli obiettivi dichiarati dall’amministrazione comunale, nell’intenzione di favorire la nascita di infrastrutture che guardino alle esigenze dei più piccoli. Mentre si sta già realizzando un polo scolastico, in fase di completamento, e si pensa ad un’area di impianti sportivi adeguati, con il recupero della tendo-struttura mai ultimata, si dà ora avvio ai lavori per la realizzazione di alcuni parchi ricreativi sul territorio cittadino.

“Una priorità del programma amministrativo” – puntualizzano da Palazzo Melorio, ricordando di aver puntato l’attenzione sulla carenza ad Otranto di spazi con verde attrezzato, dove poter far trascorrere del tempo libero ai bambini e non solo: “Sono ormai cantierizzati i lavori per la realizzazione di un parco naturalistico-ricreativo nell’area pinetata di proprietà comunale – chiarisce il sindaco Luciano Cariddi -, sita in località Alimini, compresa fra la strada provinciale Otranto-San Cataldo e la pineta di proprietà del Comprensorio Alimini”.

Si avrà, così, la possibilità di fruire di uno spazio “bello e suggestivo, con un percorso che consentirà una lunga passeggiata negli oltre 30 ettari di pineta e macchia mediterranea, lungo la quale si posizioneranno alcune piazzole dotate di attrezzi per poter praticare sport a proprio piacimento”.

L’intervento si è reso possibile grazie ad un contributo ottenuto, di circa 250mila euro, messo a disposizione dall’assessorato alle politiche agricole e forestali della Regione Puglia con la misura 2.2.7 del Piano di sviluppo rurale, che finanzia la manutenzione, la rinaturalizzazione e la valorizzazione naturalistico-ricreativa delle zone boschive.

Area parco zona Alimini-2Nel frattempo, si è dato avvio anche ai lavori del nuovo parco cittadino, previsto all’ingresso di Otranto, strada statale 16 (area prospiciente la stazione di carburanti Agip): qui si realizzerà, oltre ad un nuovo parcheggio di circa 270 posti auto, un’area a verde con pista podistica e ciclabile, con piazzole attrezzate per l’attività sportiva, un’area giochi per i più piccoli e una zona anfiteatro.  Previsto, inoltre, anche un edificio che potrà ospitare un punto ristoro e i servizi igienici. L’opera viene realizzata direttamente dai privati lottizzanti del comparto in costruzione, a scomputo di parte degli oneri di urbanizzazione dovuti.

Nel frattempo, in questi giorni riprenderanno i lavori di completamento del parco giochi urbano in zona Fanghi, grazie al contributo Prusst (programmi di riqualificazione urbana e di sviluppo sostenibile del territorio) che l’amministrazione comunale ha ottenuto dopo oltre un decennio dall’avvio di tale programma: “Crediamo – conclude il sindaco - di poter dare così finalmente risposta in maniera adeguata ad un’esigenza da sempre avvertita in città da mamme e bambini, ma anche da tutti coloro ai quali piace praticare sport all’aria aperta”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città “a misura di bambino” con tre nuovi parchi ricreativi

LeccePrima è in caricamento