Otranto

Tris al Novoli: l'Otranto sogna e accende l'entusiasmo

Bel risultato nella seconda di Promozione da parte della squadra di mister Salvadore, in costante crescita: segnali positivi dalla difesa, ancora imbattuta. E domenica duro scontro verità a Massafra

CIMG2218

OTRANTO - A forza tre. Nella seconda domenica di campionato in Promozione, la prima sfida sul terreno di casa, la squadra di mister Andrea Salvadore regala una prestazione da incorniciare e regola il Novoli con un perentorio 3 a 0. Gli uomini di casa, in tenuta blu, sospinti dal pubblico delle grandi occasioni, conferma i progressi dimostrati nella sfida di Coppa Italia con il Martano.

La partita col Novoli è tecnicamente meno spettacolare, più maschia, ma mette comunque sia in evidenza tutti i pregi della formazione idruntina: squadra corta, rapida nelle ripartenze, compatta tanto da non sfilacciarsi mai, con una difesa che appare al momento impenetrabile e ancora priva dello squalificato Galante, altro baluardo a disposizione. Attributi che sembrano porre le basi per una stagione da protagonista. Gli otrantini avranno da divertirsi.

Il Novoli, dal canto suo, gioca la propria onesta partita, cercando di difendersi e di manovrare sulla fasce per sfondare la linea difensiva presentata dai padroni di casa: tuttavia, nonostante una buona opposizione fisica e mentale, nella prima parte della gara, subito dopo il gol di Dell'Atti, al 17' minuto, ha difficoltà ad imbastire una manovra che arrechi concreti pericoli all'Otranto.

Mister Salvadore mette in campo Giannetta, Leta, Neco, Maglio, De Dominicis, Morello, Dell'Atti, Presicce, Pighin, A. De Matteis e Marrocco. Il Novoli risponde con Antonica tra i pali, Bracale, Orlando, De Marco, Cennamo, Elia, Longo, Quarta, Sanseverino, Simmini, De Santis. Nella prima frazione di gioco, i padroni di casa fanno la partita, creando diverse occasioni da rete non trasformate dagli imprecisi attaccanti dell'Otranto. Il Novoli si difende e riparte, ma la rete di Dell'Atti mette in discussione l'impostazione della gara così come preparata. Costretti ad inseguire, gli ospiti si espongono alle veloci verticalizzazioni della squadra otrantina, che chiude il primo tempo, con il rimpianto di aver sprecato troppe palle gol.

Nella ripresa, il Novoli si presenta subito aggressivo con un paio di incursioni sulla fascia, che avvicinano Sanseverino alla porta difesa da Giannetta, ma senza lo spazio necessario per poter far male. Esponendosi, nel tentativo di pareggiare, gli ospiti subiscono il contropiede dei padroni di casa, che con l'ispirato Dell'Atti pongono i presupposti per il raddoppio, che, in effetti, arriva al 52'.

A siglarlo è Pighin, che da centravanti di razza, si fa trovare pronto nell'area piccola, per ribadire in rete una corta respinta del portiere Antonica. Due a zero e partita in ghiaccio. Molte trame a centrocampo, accelerazioni, ma poche palle gol, se non in un paio di azioni insistite dell'Otranto. Giro di sostituzione: per i padroni di casa, De Matteis N. rileva Leta, Giannone prende il posto di Presicce e Salzano quello di De Matteis A.; nel Novoli, De Marco viene sostituito da Miccoli, Quarta da Maci e Simmini da Marzolla.

Ed è proprio un nuovo entrato a siglare il tris dell'Otranto, ma con la complicità del portiere ospite Antonica, che, all'82 s'improvvisa prima stopper, allungandosi fuori dall'area ed anticipando i giocatori dell'Otranto, per poi, una volta riconquistato il pallone, tentare di impostare una ripartenza da play-maker rodato. Ma il suo rinvio viene intercettato a metà campo e nella ripartenza, con Antonica sulla tre quarti, dalla lunga distanza, sul versante sinistro della porta del Novoli, Giannone lascia partire una parabola velenosa e precisa, che regola la partita e spegne ogni velleità di riagguantare il risultato da parte degli ospiti.


Un altro successo meritato, che mostra la convinzione di un gruppo e la determinazione alla lotta e al sacrificio. Domenica la trasferta difficile di Massafra farà comprendere dove questa formazione possa mirare in un campionato, che non mancherà di entusiasmare i tifosi e la città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tris al Novoli: l'Otranto sogna e accende l'entusiasmo

LeccePrima è in caricamento