Via Reale, invertito il senso di marcia. Prova del nove con l'anno scolastico

Anticipato di qualche giorno rispetto alla ripresa delle lezioni il provvedimento studiato per distribuire meglio il traffico in entrata da via Birago

Via Reale con la nuova segnaletica.

LECCE - Il vero banco di prova sarà alla metà della prossima settimana, quando riaprirà la maggior parte delle scuole cittadine. Solo allora si potrà pesare la scelta di invertire il senso di marcia di via Reale, dall'angolo con via Birago, fino a via di Vaste.

L'assessore alla Mobilità, Marco De Matteis, punta ad alleggerire il volume di traffico che si riverserà con puntualità svizzera all'incrocio del Bar Rosso e Nero dove pure è in corso una sperimentazione con diritto di precedenza per chi viene da via Diaz e divieto di svolta su viale Gallipoli per chi viene da viale dell'Università. Quest'ultima strada accoglierà, nel senso verso Porta Napoli, i flussi da via Diaz e da viale Gallipoli e non più anche quello di chi fa, venendo da via Birago, fa inversione all'incrocio più ingrabugliato della città.

Il combinato diposto di questi due tentativi farà i conti con la disciplina dei conducenti. Intanto l'inversione del senso di marcia in via Reale è operativa già da oggi, giorno di flussi contenuti, per consentire soprattutto ai residenti della zona di prendere confidenza con la nuova viabilità: i veicoli che provengono da viale Calasso, per raggiungere viale Gallipoli, dovranno percorrere viale dell'Università. Imboccando via Reale infatti, potranno avanzare solo fino all'incrocio con via Di Vaste, dove avranno l'obbligo di svolta (a sinistra, per tornare cioè sul viale principale), oppure a destra. Questa mattina due agenti di polizia locale hanno presidiato la strada, fornendo indicazioni agli automobilisti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento