La denuncia di Fratelli d'Italia: "Frigole abbandonata fra degrado e sporcizia"

Strutture vecchie e pericolose, alghe, plastica. Appello al sindaco di Anguilla e Palano: "Si dia decoro a questa marina"

FRIGOLE – La marina di Frigole abbandonata a se stessa, con il lungomare Mori in particolare, che sembra risentire di scarsa pulizia, oltre che dei segni del tempo. Nei giorni scorsi il grido d’allarme è stato lanciato da Roberto Giordano Anguilla e Salvatore Palano, componenti della dirigenza di Fratelli d’Italia, dopo un sopralluogo e una serie di eloquenti fotografie scattate per ritrarre gli angoli peggiori. “Più di due chilometri di spiaggia pubblica, che potrebbero essere il fiore all’occhiello delle marine leccesi, sono deturpati da quantità industriali di rifiuti, plastica, alghe e tronchi d’albero”, spiegano, denunciando che come non si siano visti “gli interventi incisivi che erano stati promessi”, arrivando in condizioni simili alle soglie di luglio. E così, a patire i disagi sono residenti e turisti. “Davanti a scene simili – chiosano - scappano a gambe levate. 

“L’amministrazione ha il dovere di intervenire con urgenza. È una questione di decoro, dignità e difesa dell’ambiente e del paesaggio. È difficile trovare in qualsiasi altra parte del Salento – ritengono Anguilla e Palano - una situazione di degrado e abbandono simile. Il Comune di Lecce deve garantire gli interventi necessari su queste spiagge”. A questo, si aggiungono anche “edifici fatiscenti che sembrano bombardati, che costituiscono un pericolo per i bagnati e per i bambini e che dovrebbero essere messi in sicurezza”. Vecchi cabinati ormai ruderi, ma anche, nei pressi dell’Acquatina “un ponte – denunciano - che, per usare un eufemismo, non sembra molto sicuro dal punto di vista strutturale: è in rovina e le macchine transitano e vi parcheggiano sopra come se niente fosse”. 

E poi, “barriere architettoniche naturali e le erbacce che rendono impossibile l’accesso alla spiaggia pubblica dei disabili”. Ecco perché lanciano un appello al sindaco, “in qualità di cittadini e di attivisti che attraverso un partito esprimono il loro impegno civile: si intervenga subito per rimuovere la discarica a cielo aperto lunga due chilometri che sta danneggiando seriamente Frigole, si pulisca il canale che impedisce ai pescatori di lavorare serenamente, si rendano accessibili gli ingressi alla spiaggia pubblica e si metta subito in sicurezza il ponte, pericolante e senza barriere architettoniche in grado di rendere sicuro il passaggio dei bambini”.

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Vino adulterato: undici arresti e quattro aziende sequestrate dal Nas

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

  • Boato in piazza, esplode una bombola da sub: auto sventrata

Torna su
LeccePrima è in caricamento