Treno della Memoria nel cuore di Cracovia. Anche Minerva raggiunge la Polonia

Il presidente della Provincia domani si unirà alla delegazione pugliese per visitare i campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau

LECCE – Anche il presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva, partirà nella giornata di domani alla volta di Cracovia, per unirsi ai giovani partecipanti al progetto del Treno della Memoria e provenienti dalla Puglia, per visitare insieme a loro i campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau. All'interno del campo di Birkenau, in particolare, si terrà la consueta commemorazione compiuta dai partecipanti al viaggio. L’ente di Palazzo dei Celestini è, quest'anno, parte attiva del progetto del "Treno della memoria" promosso in Puglia dall'associazione culturale Terra del Fuoco Mediterranea, con il patrocinio anche della Provincia. Il Treno della Memoria è una comunità viaggiante composta dai partecipanti e da una rete di organizzatori ed educatori "alla pari" qualificati e opportunamente formati negli anni. Dopo le tappe di Budapest, Praga e Berlino i giovani pugliesi, circa 500 i partecipanti, raggiungeranno la Polonia. Il rientro in Italia sarà preceduto da una grande assemblea a Cracovia, nella quale l'esperienza vissuta sarà rielaborata collettivamente e la comunità viaggiante si preparerà poi al rientro.

In quindici anni il progetto Treno della Memoria ha coinvolto venti regioni, 762 educatori e 40mila  partecipanti e si è ampliato nel tempo: dall'edizione 2015, in occasione del 70esimo anniversario della liberazione del campo di Auschwitz, si sono aggiunte alcune "micro-tappe" della durata di due giorni che, grazie alla mobilità offerta dall'autobus, precedono l'arrivo a Cracovia, offrendo così ai partecipanti una esperienza educativamente e storicamente più completa. Quindi, non soltanto la pagina più scura della storia moderna, quella di Auschwitz, ma uno spaccato significativo del secolo scorso attraverso viaggi in luoghi diversi in Europa (da Praga, a Terezin, Lidice, Budapest), luoghi che rappresentano le sue ferite, i suoi totalitarismi e le sue attuali contraddizioni. Uno straordinario viaggio lungo i sentieri della memoria europea.

L'associazione Terra del Fuoco Mediterranea, promossa da un movimento di giovani, opera in Puglia dal 2005 e punta a sostenere un processo di integrazione Europea fondato sulla dignità e sui diritti delle persone, sulla crescita di una cittadinanza attiva e sull'inclusione sociale. Per proporre una nuova idea di cittadinanza il sodalizio ha scelto di partire dal recupero della memoria e della testimonianza storica, come mezzo per stimolare i giovani all'impegno e alla consapevolezza. Per questo, dal 2005 è promotrice, in Puglia, del progetto Treno della Memoria e di una serie di iniziative, aventi una dimensione locale, tese a coniugare i temi della memoria e dell'impegno, nella consapevolezza che solo un'attenta conoscenza del passato possa permettere alle giovani generazioni di costruire un futuro che sia orientato dalla bussola dei rispetto dei diritti umani.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

  • Si allontana, attraversa la litoranea e raggiunge la scogliera: paura per un bimbo di 3 anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento