Troppi raduni di persone nel borgo antico. I vigili “sequestrano” le panchine

Dopo Sannicola anche nella città bella delimitazioni dei luoghi di ritrovo del centro storico per evitare assembramenti. E nel week end controlli sulle vie del jogging

GALLIPOLI - Se a Sannicola l’amministrazione comunale è stata costretta a smontare le doghe delle panchine della piazza principale del paese per evitare il continuo assembramento di persone nonostante gli appelli sempre più pregnanti a non uscire da casa per arginare il rischio contagi, anche nella città bella si è reso necessario un provvedimento più stringente per convincere i più riluttanti a seguire le misure anti Covid19. Già dalla serata di ieri alcune pattuglie della polizia locale, su disposizione del comando di via Pavia e dell’assessorato competente, hanno reso inaccessibili due punti di maggior ritrovo dei residenti del centro storico anche per la presenza delle panchine pubbliche. Si tratta della piazzetta di Santa Teresa, nelle immediate vicinanze della cattedrale e di palazzo Balsamo, e dello slargo che sovrasta il mercato ittico, all’ingresso della città vecchia lungo la riviera Cristoforo Colombo, comunemente conosciuta dai gallipolini come piazzetta “dazio”.

Nessun sequestro in atto, ma la semplice delimitazione da parte degli agenti con il nastro bianco e rosso che sbarra gli accessi per impedire che si continui a radunarsi nei due luoghi di ritrovo più frequentati del borgo antico. Si tratta delle zone dove si concentra la socialità di residenti e pensionati, ma che in questo momento storico devono prudenzialmente rimanere isolati e l’invito per tutti i cittadini è quello reiterato di rimanere in casa. E’ utile sapere che le zone sono anche video sorvegliate quindi chi avesse la malsana idea di rimuovere i nastri di delimitazione potrebbe essere subito identificato e incorrere nelle denunce penali.

Il messaggio e il provvedimento di delimitazione è stato veicolato anche con post e fotogrammi riproposti sulla pagina social “Succede a Gallipoli” utilizzata anche per lanciare i messaggi, e le raccomandazioni da seguire, utili alla popolazione oltre ai canali istituzionali e agli aggiornamenti del sindaco e del Comune.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre dal comandante della polizia locale, Antonio Morelli, e dall’assessore Paola Scialpi, è stato annunciato che in questi giorni, e soprattutto nel fine settimana, saranno intensificati i controlli nella zona di Santa Venardia e sulla litorale sud della Baia Verde, che continuano ad essere frequentate per la attività di jogging e passeggiate all’aperto. “Sebbene i decreti governativi per fronteggiare l'emergenza attuale non vietano la possibilità di svolgere l'attività fisica all'aperto” rammentano dal comando di polizia locale, “nell'ultimo periodo è stato riscontrato che molti cittadini svolgono tale attività non rispettando quanto previsto anche dal codice della strada. In particolare si ricorda che è vietato effettuare sulle carreggiate giochi, allenamenti e manifestazioni sportive non autorizzate”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • "Assalto" all'ipermercato per le offerte pasquali: assembramenti, arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, muore 40enne positivo. Stretta su Pasqua e Pasquetta: “Nessuna gita consentita”

  • Epidemia da Covid-19: cinque decessi in provincia di Lecce, 18 nuovi casi

  • Incendiano l’auto di un 33enne: ma le videocamere immortalano la scena

  • Puglia, crescita lenta: nel Salento dieci nuovi casi, tre i decessi

Torna su
LeccePrima è in caricamento