Diffusori per ambiente: come scegliere la fragranza giusta

Dalle fragranze blande a quelle legnose: ecco le più diffuse

Il calore di una casa è dato anche dall’odore che si sprigiona all’interno, del resto come suggeriva Victor Hugo: “Nulla sveglia un ricordo quanto un odore”. Non può essere però sottovalutata la scelta della fragranza che, in genere, procede di pari passo con la scelta del diffusore utilizzato. Ad ogni stanza il suo odore come piacere e come necessità.

Le fragranze da diffondere in casa

Esiste un’ampia scelta di fragranze possibili per rendere la propria casa profumata e soprattutto per celare odori forti. Il primo step da affrontare è individuare la tipologia di fragranza per un determinato ambiente. La cucina, ad esempio, è il luogo per eccellenza in cui si sprigionano di continuo odori importanti. Spesso pur con la dovuta areazione gli odori restano nell’aria generando poi fastidio. Scegliere la fragranza per questo ambiente è abbastanza semplice perché essa dovrà fare da contraltare ai profumi quindi essere “forte”.  E qui in base al gusto personale si può spaziare tra gli aromi agrumati optando per gli oli essenziali estratti dalle bucce di agrumi come mandarino, arancia, bergamotto. Gli altri ambienti domestici possono invece godere di fragranze più “blande”, più leggere che lasciano nell’aria un odore quasi impercettibile. Per questa scelta è possibile orientarsi su aromi floreali, ovvero connotati da una sola nota fiorita estratta da un fiore qualunque come violetta, gelsomino, rosa. Una fragranza “legnosa” può essere maggiormente indicata per i bagni perché gli elementi che la compongono come sandalo e cedro sono più tendenti a coprire determinati odori e bene si fondono con il clima di relax proprio dell’ambiente.

Le tipologie di diffusori

Sono diversi i supporti per diffondere fragranze in casa. Una rosa di possibilità che spazia dallo spray ai bastoncini di legno. Anche in questo caso, pur partendo da una scelta basata sul gusto personale, è importante anche considerare la funzionalità di ogni singolo supporto. Lo spray, acquistabile anche presso i grandi magazzini, è indicato in case in cui gli abitanti non gradiscono odori costanti: può essere infatti utilizzato a spot e solo all’occorrenza per coprire gli odori di un particolare momento ben definito. Le bacchette di legno immerse negli oli essenziali invece lasciano un odore continuo nell’aria: una volta immerse nella fragranza scelta infatti vengono capovolte e il loro effetto dura diversi giorni. Esistono poi i diffusori fissi che collegati ad una presa di corrente o attaccati alle pareti con un adesivo sprigionano odori a seconda della necessità. Un diffusore romantico e senza dubbio particolare è rappresentato dalla famiglia di candele profumate ma anche dagli incensi da accendere all’occorrenza.

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Cosa sono e come allontanare i ragnetti rossi

  • Arredamento anni ottanta: suggerimenti e consigli

I più letti della settimana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Cosa sono e come allontanare i ragnetti rossi

  • Arredamento anni ottanta: suggerimenti e consigli

Torna su
LeccePrima è in caricamento