Arrestato per un furto evade dai domiciliari, il gip conferma il carcere

Udienza di convalida per il 57enne arrestato dai carabinieri dopo essere evaso per recarsi da alcuni parenti della ex moglie

LECCE – Resta in carcere Giovanni Ciminiello, il 57enne leccese arrestato dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce dopo essere evaso dagli arresti domiciliari. Una misura applicata per un precedente arresto avvenuto il 14 dicembre per il furto avvenuto all’interno della gioielleria Katzenberger a Lecce. Il 57enne era evaso per recarsi da alcuni parenti della ex moglie, dove era stato sorpreso dai militari al culmine di una violenta lite.

Per il gip, che ha convalidato l’arresto al termine dell'udienza, vi è un concreto pericolo che Ciminiello, tornando libero, possa compiere nuovi reati. Neanche gli arresti domiciliari con l’applicazione del cosiddetto “braccialetto elettronico”, vista la recente evasione, possono scongiurare tale pericolo. Per questo il 57enne trascorrerà l’inizio del nuovo anno nel carcere di Borgo San Nicola.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • I pacchi? In casa della postina infedele. E il figlio scovato con la droga

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento