Arresto lampo dopo il furto in casa: due ladri in manette

Un 31enne e un 35enne, entrambi di Monteroni di Lecce, fermati dopo il colpo messo a segno in casa di una famiglia cinese di Magliano, la frazione di Carmiano

Foto di repertorio.

MAGLIANO (Carmiano) – Altri due ladri acciuffati dai carabinieri, in un’indagine lampo dopo un furto in un appartamento di un cittadino asiatico, a Magliano, la frazione di Carmiano. Vito Giancane, un 31enne di Monteroni di Lecce e Salvatore Tramis, compaesano di 35 anni, sono stati infatti ammanettati in tarda serata dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina peGIANCANE-3r furto aggravato. Sono stati inseguiti sui tetti delle abitazioni vicine, dove hanno cercato una via di fuga.

Intorno alle 18,30 del pomeriggio, infatti, i due si sono introdotti nell’abitazione della famiglia cinese, in via Modigliani, scavalcando il muro di recinzione che circonda l’edificio. Una volta nel giardino, hanno forzato la finestra posta sul retro per poi accedere alle stanze. Qui, hanno arraffato un borsello contenente una somma di 150 euro, per poi scappare lungo le vie limitrofe.TRAMIS-3

Il video: La fuga disperata sui tetti delle case vicine

Ma i militari dell’Arma li hanno bloccati immediatamente: la refurtiva, recuperata, è stata restituita alla vittima e i due, al termine delle formalità di rito, accompagnati nel carcere di Lecce. I carabinieri stanno cercando di intensificare i controlli per contrastare i reati contro il patrimonio: due sere addietro, a Strudà, un componente di una banda è stato arrestato in flagranza, anche grazie al contributo dei cittadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Hanno patteggiato nella direttissima

Questa mattina, nel processo per direttissima davanti al giudice Francesca Mariano, Salvatore Tramis ha patteggiato, attraverso l'avvocato Stefano Pati, 1 anno e 4 mesi, e ha ottenuto i domiciliari. La stessa pena (in questo caso sospesa, perché incensurato) è stata concordata col giudice anche da Vito Giancane (attraverso l'avvocato Massimo Bellini). Nei cui riguardi di Giancane è stata disposta la scarcerazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salvato in extremis dal suicidio, in mano un biglietto d'addio incompiuto

  • Estorsione ai bar e riciclaggio: oltre all'ex senatore, in manette militare salentino

  • Fra serra e casa una piccola fabbrica della marijuana: arrestato

  • Notte di fuoco: distrutte quattro auto e danni a negozi. Immortalato un uomo

  • Arrivi da fuori regione: 20mila entro domenica, uno su tre dalla Lombardia

  • Rischio di focolaio in una Rssa: fatti 90 tamponi a operatori e anziani ospiti

Torna su
LeccePrima è in caricamento