Arriva a Punta Prosciutto per una breve vacanza e trova spari sulla porta

Tre colpi di piccolo calibro sull'ingresso in un momento imprecisato. E' l'inquietante scoperta di un uomo che risiede all'estero

Repertorio.

PORTO CESAREO – Amara sorpresa per un imprenditore della provincia di Brindisi che due giorni addietro, arrivato a Punta Prosciutto – località litoranea che fa capo a Porto Cesareo - per una breve vacanza estiva, ha trovato tre fori di proiettile sulla porta dell’abitazione. L’uomo, che per lavoro risiede all’estero e che nel Salento torna per brevi periodi, non ha saputo capacitarsi di quanto accaduto e non ha potuto fare altro che avvisare i carabinieri per un sopralluogo.  Sul posto sono così arrivati i militari della stazione di Porto Cesareo e della compagnia di Campi Salentina.

Non è ben chiaro, dunque, a quando esattamente risalgano gli spari, esplosi con un’arma di piccolo calibro sull’abitazione di via Marco Aurelio Severino, una delle vie di nuova denominazione nelle zone di più recente costruzione nell’area cesarina, quindi piuttosto distaccata dal centro abitato e vissute principalmente nel periodo estivo.

Oltre a non avere indicazioni precise su quando effettivamente siano stati esplosi gli spari, ai carabinieri non è chiaro nemmeno il movente. Proprio perché le visite dell’uomo in zona sono sporadiche e solo per passare periodi di ferie, ragion per cui ha riferito agli investigatori di non aver mai avuto problemi con soggetti del luogo.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

  • Violento schianto sulla 275: vigilante prima finisce con l'auto su un palo, poi si scontra con una vettura

  • Oltre un chilo di cocaina: tre arresti. Carabinieri trovano anche una pistola

Torna su
LeccePrima è in caricamento