Gestione isola ecologica, nessun illecito: archiviata inchiesta su geometra comunale

Il gip Maritati ha emesso decreto di archiviazione nei confronti del dirigente dell'ufficio tecnico di Caprarica, Renato Innocente, condividendo la richiesta del pm Paola Guglielmi. Le funzioni di controllo sarebbrro affidate, in virtù del regolamento comunale, al gestore dell'ecocentro

LECCE – Non c’è stato alcun illecito e alcuna irregolarità da parte del dirigente dell’ufficio tecnico di Caprarica, il geometra Renato Innocente, nella gestione dell'isola ecologica di proprietà del Comune che sorge a pochi chilometri dal capoluogo salentino. A stabilirlo, nei giorni scorsi, il gip Alcide Maritati, che ha emesso decreto di archiviazione nei confronti del tecnico, condividendo la richiesta del sostituto procuratore Paola Guglielmi.

Pubblico ministero e gip hanno condiviso in pieno la tesi difensiva del legale dell’indagato, l’avvocato Silvio Verri, che ha dimostrato, attraverso il deposito di una corposa e particolareggiata memoria difensiva (corredata da prove documentali), che il tecnico comunale non può essere ritenuto responsabile delle violazioni ipotizzate nella gestione dell'isola ecologica, in quanto le funzioni di controllo della stessa sono affidate, in virtù del regolamento comunale, al gestore dell'Ecocentro, e cioè alla ditta esterna a cui il servizio è stato appaltato.

Una tesi ribadita anche nel corso di un interrogatorio tenutosi innanzi alla polizia provinciale, in cui il dirigente ha chiarito la propria posizione e depositato alcuni documenti.

L’inchiesta è nata nel febbraio 2013, quando l’isola ecologica è stata sottoposta a sequestro su iniziativa della polizia provinciale, guidata dal capitano Giancarlo De Matteis. In particolare, veniva contestata la violazione dell'articolo 256 del decreto legislativo 152 del 2006, poiché i rifiuti rinvenuti sul posto erano gestiti in modo non conforme alla legislazione in materia ambientale. Dopo le prime indagini ed un sequestro di documenti presso il Comune di Caprarica, il pubblico ministero iscriveva nel registro degli indagati il dirigente dell'ufficio tecnico.

Nel corso delle indagini il sostituto procuratore, dunque, dopo aver verificato le affermazioni dell'indagato ha accolto la tesi difensiva e chiesto l'archiviazione nei confronti del geometra Innocente,  ritenendolo “estraneo al reato contestato”. Nel registro degli indagati è stato iscritto un altro nominativo, mentre l’isola ecologica risulta ancora sotto sequestro.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Casarano

      Agguati: dalle armi sequestrate a breve una svolta nelle indagini

    • Galatina

      Fiamme a Galatina: in fumo il punto commerciale di Enel

    • Politica

      In marcia contro Tap. I 5 stelle: "L'avvocatura regionale deve intervenire"

    • Cronaca

      Scarti edili per 7mila metri cubi, ma senza permessi

    I più letti della settimana

    • Un malore, abbatte un cartello e finisce nell'altra corsia: muore 65enne

    • Scontro frontale tra auto e moto, muore nella notte centauro di 48 anni

    • Nei video le immagini terribili degli abusi commessi su una 12enne, in manette

    • Ingoia un boccone di carne e rimane soffocato, tragica morte per un 58enne

    • Prestazioni sessuali in cambio di denaro o sotto minacce, in carcere il padre

    • Conto del nonno prosciugato, nuovo arresto per direttore e cliente

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento