Gestione isola ecologica, nessun illecito: archiviata inchiesta su geometra comunale

Il gip Maritati ha emesso decreto di archiviazione nei confronti del dirigente dell'ufficio tecnico di Caprarica, Renato Innocente, condividendo la richiesta del pm Paola Guglielmi. Le funzioni di controllo sarebbrro affidate, in virtù del regolamento comunale, al gestore dell'ecocentro

LECCE – Non c’è stato alcun illecito e alcuna irregolarità da parte del dirigente dell’ufficio tecnico di Caprarica, il geometra Renato Innocente, nella gestione dell'isola ecologica di proprietà del Comune che sorge a pochi chilometri dal capoluogo salentino. A stabilirlo, nei giorni scorsi, il gip Alcide Maritati, che ha emesso decreto di archiviazione nei confronti del tecnico, condividendo la richiesta del sostituto procuratore Paola Guglielmi.

Pubblico ministero e gip hanno condiviso in pieno la tesi difensiva del legale dell’indagato, l’avvocato Silvio Verri, che ha dimostrato, attraverso il deposito di una corposa e particolareggiata memoria difensiva (corredata da prove documentali), che il tecnico comunale non può essere ritenuto responsabile delle violazioni ipotizzate nella gestione dell'isola ecologica, in quanto le funzioni di controllo della stessa sono affidate, in virtù del regolamento comunale, al gestore dell'Ecocentro, e cioè alla ditta esterna a cui il servizio è stato appaltato.

Una tesi ribadita anche nel corso di un interrogatorio tenutosi innanzi alla polizia provinciale, in cui il dirigente ha chiarito la propria posizione e depositato alcuni documenti.

L’inchiesta è nata nel febbraio 2013, quando l’isola ecologica è stata sottoposta a sequestro su iniziativa della polizia provinciale, guidata dal capitano Giancarlo De Matteis. In particolare, veniva contestata la violazione dell'articolo 256 del decreto legislativo 152 del 2006, poiché i rifiuti rinvenuti sul posto erano gestiti in modo non conforme alla legislazione in materia ambientale. Dopo le prime indagini ed un sequestro di documenti presso il Comune di Caprarica, il pubblico ministero iscriveva nel registro degli indagati il dirigente dell'ufficio tecnico.

Nel corso delle indagini il sostituto procuratore, dunque, dopo aver verificato le affermazioni dell'indagato ha accolto la tesi difensiva e chiesto l'archiviazione nei confronti del geometra Innocente,  ritenendolo “estraneo al reato contestato”. Nel registro degli indagati è stato iscritto un altro nominativo, mentre l’isola ecologica risulta ancora sotto sequestro.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ferisce un 29enne a colpi di pistola per gelosia, rintracciato l'autore

  • Cronaca

    Lavori nel porto non a regola d'arte: lo scoglio resta danneggiato

  • Politica

    Analisi del voto: la lealtà degli elettorati premia l'intesa tra Salvemini e Delli Noci

  • Gallipoli

    Baraccopoli su lungomare Marconi, completato lo sgombero dell’area

I più letti della settimana

  • Dopo la tragedia, altri due incidenti in poche ore: muoiono un 40enne e una 35enne

  • Scontro frontale sulla strada per il mare: muore una donna, gravi marito e figlio

  • Serata di follia: entra nel negozio e appicca un incendio con benzina

  • In attesa in ospedale, si china e spunta pistola. In casa anche una carabina

  • Finti incidenti, ecco la tecnica: due testimonianze per prevenire la truffa

  • Giornalista già minacciata ritratta in una fossa. Il sindaco rieletto: “Non commento”

Torna su
LeccePrima è in caricamento